Petrolio lucano, Legambiente: la Basilicata ha già dato

MATERA – Dalla conservazione e recupero dei centri urbani, alle rinnovabili, al fotovoltaico, all’efficenza energetica. Un ventaglio ampio di temi ed aspetti legati alla salvaguardia ambientale quello affrontato, questa mattina, in conferenza stampa, dal presidente di Legambiente, Vittorio Cogliati Dezza, giunto nella città dei Sassi, a chiusura del ciclo di incontri di Università Verde 2012, promosso dalla sezione materana dell’associazione ambientalista. Accompagnato dal vice presidente Legambiente Basilicata, Cogliati Dezza ha definito le periferie urbane il vero cuore delle città. In tema di salvaguardia e conservazione dei centri storici, è intervenuto Pio Acito. Sulla questione legata all’ascensore nei Sassi, Acito ha annunciato che, nel corso di un incontro che si è tenuto negli scorsi giorni col Sindaco, è emersa l’intenzione di portare in Consiglio Comunale una proposta di fermo. Il giudizio di Legambiente sugli impianti fotovoltaici è chiaro, anche in risposta a chi li giudica impattanti e dannosi, in termini di consumo di suolo. Meno di quanto di pensa, ha detto Cogliati Dezza. Sicuramente molto meno di strutture, come i centri commerciali, che, in passato hanno suscitato, meno scandalo. Netta anche la presa di posizione sul petrolio lucano. La Basilicata, ha detto Cogliati Dezza, ha già dato.

Share Button