Card benzina, istruzioni per l’uso

Per il 2009, 100 euro e 70 centesimi, che andranno a beneficio dei circa 290mila patentati, maggiorenni, residenti in Basilicata, che ne hanno fatto richiesta. È partita infatti lo scorso 30 gennaio l’accredito della somma sulle card rilasciate. Tutto secondo la tempistica fissata dalla Direzione Generale del Dipartimento per l’energia del Ministero dello Sviluppo Economico. È terminata regolarmente la fase di invio delle card e si procede secondo il programma definito con Poste Italiane. Le operazioni di accredito si completeranno il 17 febbraio e dal 18 febbraio tutte le card saranno cariche. Il che vuol dire che i cittadini con la card già attiva potranno consumare il bonus dal 18 febbraio, anche in un’unica soluzione. L’unico vincolo è dato dal fatto che il bonus è spendibile esclusivamente nei distributori di carburante abilitati al circuito Mastercard. In questi giorni stanno, quindi, arrivando nelle case dei lucani le ultime card o pin. E questo sta spingendo molti ad affrettarsi alle Poste per attivarle. Operazione molto semplice che consiste nel presentarsi allo sportello con le card e un documento di identità e il codice fiscale (l’operazione non può essere infatti delegata) e nella compilazione di un modello con i propri dati anagrafici e fiscali. Ma dato l’alto numero di cittadini che si sta recando alle Poste, anche questa semplicissima operazione crea code e disagi. Il programma bonus carburanti ha infatti interessato oltre 3300 uffici postali in tutta Italia, che hanno ricevuto almeno una richiesta. Occorre sottolineare che per l’attivazione della card in qualsiasi ufficio postale d’Italia non c’è limite temporale, ma fin quando la card non viene attivata, non si potrà ovviamente spendere il bonus. Ma anche per l’utilizzo della card c’è tempo. La sua validità è fino al 2017. I soldi sono lì, il proprietario è l’intestatario della carta e può utilizzarla quando e con le modalità che vuole: tutto l’importo o in parte, senza pagare alcuna commissione e per acquisire un’ampia gamma di carburanti. Fondamentalmente il criterio adottato dal Dipartimento Energia del Ministero dello Sviluppo Economico è stato quello di cercare di includere quante più pratiche possibili. Entro fine marzo, ci conferma il Senatore Giudo Viceconte, da sempre in prima linea sulla questione, saranno accreditati tra i 130 e i 140 euro relativi all’anno 2010. Tempi brevi anche per l’accredito della terza, relativa al 2011. Per chi non fatto richiesta della card, ha annunciato inoltre una probabile ripaertura dei termini.