Monti ha firmato: Terre Joniche vince il primo round

L'ordinanza del Premier

“L’emanazione dell’Ordinanza del Presidente del Consiglio dei Ministri in attuazione della dichiarazione dello stato di calamità per l’alluvione dello scorso primo marzo rappresenta una buona notizia del governo Monti. Evidentemente la linea su cui si era attestata la Regione Basilicata, nel rifiutare la logica della tassa delle disgrazie, ha trovato nel nuovo governo quel ragionevole accoglimento che già si era avuto prima dagli uffici della Protezione Civile nazionale ma che una pervicace e cinica volontà dell’ex ministro dell’Economia e dei suoi collaboratori aveva bloccato. E questo risultato è da ascrivere alla grande azione che la Basilicata, tutta insieme, ha saputo porre in essere”. È il commento del presidente della Regione Basilicata, Vito De Filippo e dell’assessore alla Protezione Civile Rosa Gentile all’emanazione dell’OPCM che prevede l’utilizzo di 14,5 milioni di euro, di cui 7,5 della Regione, in gran parte fondi Fesr, e 7 del Governo, per far fronte alle spese necessarie per affrontare l’emergenza e ripristinare le infrastrutture. “Finalmente un passo in avanti – proseguono De Filippo e Gentile – ma la questione non è chiusa e dobbiamo continuare a lavorare per individuare i fondi per il ristoro dei danni ai tanti cittadini, agricoltori e imprenditori che li hanno subiti. Per questo – hanno concluso De Filippo e Gentile – stiamo lavorando su un orizzonte europeo e l’emissione dell’Ordinanza ci fa confidare nel fatto che avremo il Governo nazionale finalmente al nostro fianco”.

Share Button