Alluvione, emissione dell’ordinanza. Latronico ottimista

Alluvione del primo marzo. È sciopero della fame per il portavoce del Comitato Terre Joniche, Gianni Fabbris, che nei giorni scorsi aveva annunciato di voler mettere in atto questa drastica forma di protesta, per sollecitare l’esecutivo nazionale a ratificare gli atti richiesti per gli stanziamenti annunciati. Intanto il senatore del PdL, Cosimo Latronico, fa sapere nuovamente di aver sollecitato il Ministero dell’Economia e il Capo della Protezione Civile, prefetto Gabrielli, per l’immediata emissione dell’ordinanza e fronteggiare, quindi, le conseguenze dell’alluvione, per le quali nella manovra di agosto c’è stata un’autorizzazione di spesa per 7milioni. Secondo l’esponente del Popolo della Libertà, che fa sapere di aver informato i rappresentanti del comitato e le organizzazioni professionali della regione Basilicata, la controversa vicenda starebbe per concludersi positivamente.

Share Button