A breve in campo a Matera i rilevatori del Censimento 2011.

Una vista dei Sassi di Matera.

Matera – Sono più di 225 mila i questionari del 15/o Censimento nazionale che Poste italiane ha consegnato alle famiglie lucane dal 12 settembre al 22 ottobre scorsi: più di 30mila sono già stati restituiti, e di questi circa 22 mila sono stati compilati su internet, con un dato che porta la Basilicata a essere una delle cinque regioni con il più alto tasso di compilazione telematica. Ed anche a Matera la compilazione sul web sta facendo registrare numeri interessanti pur considerando che è ancora in fase di ultimazione la distribuzione postale dei questionari: più di 20mila infatti quelli consegnati finora, una quota vicina al 99%, e dunque pochi i questionari che ancora non hanno raggiunto le cassette postali. Da ricordare che la distribuzione sta riguardando la popolazione anagrafica al 31 dicembre 2010 che a Matera proponeva 20005 famiglie: tale numero è già stato tra l’altro superato e tra pochi giorni, in anticipo rispetto alla data prevista del 21 novembre 2011, scenderanno in campo i rilevatori per consegnare i questionari rimanenti ed anche per la rilevazione degli edifici localizzati in zone periferiche, essendo invece quelli del centro urbano già stati censiti ad inizio anno. La data ultima per la consegna dei questionari rimane per Matera il 31 gennaio 2012. Sanzioni previste per la volontaria mancata consegna e per l’inserimento volontario ed evidente di dati errati. Il centro di raccolta comunale localizzato non più nella sala Arrigoni del municipio materano ma in una piccola stanza situata a piano terra con annesse difficoltà logistiche per ricevere gente, la cui privacy è inoltre evidentemente violata, continua a rimanere aperto dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13, il mercoledì e venerdì anche dalle 16 alle 19.