A Matera il presidente dell’Associazione Nazionale Siti Unesco

L'incontro al Comune

MATERA – Dal 19 al 21 novembre prossimi, Assisi ospiterà l’edizione numero “zero” della Borsa turistica internazionale dei Siti Unesco. Ad annunciarlo è stato il presidente dell’Associazione italiana dei monumenti e dei luoghi patrimonio dell’Umanità e sindaco di Assisi, Claudio Ricci, a Matera, durante una conferenza stampa per la presentazione del piano triennale associativo, spiegando che alla manifestazione umbra saranno invitati buyers e operatori, in attesa della prima edizione ufficiale prevista nel 2011. Per l’Italia, che conta su 45 siti patrimonio dell’Umanità e due immateriali, rappresentati dal canto sardo e dal teatro dei pupi siciliani, si tratta di un momento importante di confronto e di promozione, anche in relazione alle azioni in atto in diversi settori sia per la tutela che per la valorizzazione degli stessi. Ricci, ad esempio, ha spiegato che sul piano normativo si sta lavorando per sensibilizzare le Regioni, e con esse altri enti locali, affinché prevedano norme e risorse per i beni patrimonio dell’Umanità e perché i piani di gestione dei siti siano contemplati già dai piani regolatori. Il Sindaco di Matera, con Ricci in conferenza stampa, a tale proposito ha spiegato che i Sassi, per le peculiarità e le conseguenti problematiche che li contraddistinguono, richiedono un adeguato rifinanziamento della legge speciale di recupero numero 771 del 1986, la cui dotazione finanziaria è stato ormai da anni eliminata dai capitoli di spesa del Governo centrale. Tornando al programma triennale dell’Associazione Nazionale Siti Unesco, in questo figurano tante altre iniziative collaterali, come il giro d’Italia 2012, che attraverserà i luoghi patrimonio, il conio con la Zecca di Stato di medaglie commemorative, pubblicazioni con il Touring club, un album di figurine con la Panini e di giochi con la Clementoni, un libro a fumetti per ragazzi, mostre e iniziative per i 40 anni di istituzione della lista Unesco, la partecipazione all’Expo Milano 2015 e il sostegno della candidatura di Roma per le Olimpiadi 2020.