Basilicata: Goletta Verde, foci dei fiumi inquinate

Maratea (Pz). In Basilicata sono “gravemente inquinate” le foci dei fiumi Basento e Sinni, e pur “con livelli di inquinamento minori” quella dell’Agri: un “forte inquinamento è stato inoltre registrato nel canale a valle del depuratore di Nova Siri, in località Torre Bollita”. E’ questo il bilancio delle analisi realizzate da “Goletta Verde” , la campagna estiva di Legambiente dedicata allo studio e al monitoraggio dello stato di salute delle acque e della coste italiane. L’istantanea offerta dai rilievi microbiologici evidenziano “una situazione preoccupante presso lo sbocco a mare dei grandi fiumi, ma anche deficienze strutturali del sistema depurativo”. Le criticità del quadro depurativo in Basilicata, è specificato in una nota, “sono in parte legate all’afflusso turistico nei periodi di punta e in parte a reti fognarie e sistemi di depurazioni  insufficienti a supportare la depurazione dei reflui urbani. Tanto più che il 28 per cento degli impianti non sono operativi. Durante la conferenza stampa di presentazione dei dati rilevati in Basilicata, ieri a Maratea, il direttore dell’osservatorio Ambiente della Regione, Pietro Fedeli, ha evidenziato la necessità di “risolvere definitivamente i problemi di trattamento delle acque reflue, per colmare quel deficit di depurazione, che in Basilicata lascia quasi 150 mila cittadini senza un servizio di depurazione”. Segnali positivi, invece, secondo le analisi effettuate da Goletta Verde arrivano dalle quattro località premiate con le Vele della Guida Blu di Legambiente e del Touring Club Italiano; in provincia di Potenza, Maratea, con quattro Vele e in provincia di Matera, Bernalda, Policoro e Scanzano Jonico che ne hanno conquistate due ciascuna.

 

Share Button