Firmato l’accordo tra sindacati e “Apulia”

La protesta dei dipendenti Carrefour a Matera

ROMA – Presso la sede del Ministero del Lavoro, è stato siglato l’accordo tra Fisascat-Cisl, Filcams-Cgil, Uiltucs-Uil, Lega delle cooperative e la società “Apulia Supermercati”, che gestisce gli ipermercati acquisiti dalla rete “Carrefour” in Puglia e Basilicata, per l’attivazione della cassa integrazione straordinaria a rotazione e a orario ridotto, da 38 a 24 ore, presso le strutture di Matera, Bari e Brindisi, che hanno un organico di 269 addetti, al fine di procedere alla riorganizzazione dei siti. L’accordo, della durata di due anni, a Matera prevede l’attivazione della cassa integrazione per 73, a partire dal 1° marzo 2010. Sarà garantita la formazione presso degli stessi ipermercati o in quelli della rete Coop Estense e 200 ore di lavoro supplementare per quanti daranno la propria disponibilità alla flessibilità. Per i lavoratori di Matera e Bari che sceglieranno di trasferirsi a Brindisi e ai lavoratori che sceglieranno di lasciare l’azienda nel periodo di cassa integrazione straordinaria, infine, saranno riconosciute forme di incentivo.

Share Button