Di Lorenzo chiede il tavolo tecnico per gli ex-Nicoletti

Un'assemblea con gli ex dipendenti Nicoletti

MATERA – “L’unico strumento possibile per garantire una minima sussistenza economica dei circa 400 ex-dipendenti della Nicoletti”, in un momento in cui la crisi produttiva è ancora evidente su tutto il territorio, “è la proroga delle cassa integrazione”. Lo sostiene il consigliere regionale lucano del Pdl, Pasquale Di Lorenzo, richiedendo in merito interventi urgenti, drastici ed indifferibili da parte della classe dirigente lucana. I sindacati, infatti, dal 15 gennaio scorso hanno più volte interessato la Regione Basilicata affinché indicesse un tavolo tecnico per discutere la questione e verificare la sussistenza di tutti i presupposti per la proroga della cigs in scadenza nel prossimo mese di aprile. A tutt’oggi, però, l’ente non ha convocato alcun incontro, mostrando di fatto poco interesse verso una situazione che, al contrario, richiede il massimo dell’impegno possibile e il più elevato senso di responsabilità per tutelare i lavoratori. Di qui il sollecito di Di Lorenzo, affinché la Regione convochi il tavolo in questione con la stessa celerità con cui i sindacati hanno incontrato il curatore fallimentare della ex-Nicoletti, l’avvocato Paolo Porcari, per verificare le effettive possibilità di prorogare lo strumento, in attesa che si possa recuperare la funzionalità produttiva dello stabilimento di La Martella e quindi dei suoi livelli occupazionali.

Share Button