Altri interventi sulle consulenze dell’Ater

Il logo dell'Ater Matera

MATERA – Risale a qualche giorno fa il botta e risposta istituzionale, a mezzo stampa, tra il consigliere regionale lucano del Pdl, Pasquale Di Lorenzo, ed i vertici dell’Azienda territoriale per l’Edilizia residenziale della Provincia di Matera in merito alla liceità delle consulenze ed agli incarichi esterni decisi dall’ente. Tra le due parti si sono inseriti due componenti del Comitato d’Indirizzo presso l’Ater: Franco Casertano, segretario regionale del Sindacato unitario degli Inquilini e degli Assegnatari, e Giovanni Tortorelli, spiegando che l’Ater di Matera, nonostante le richieste ufficiali delle delibere e delle determine relative agli incarichi affidati all’esterno, che si ritiene ammontino ad oltre un milione di euro, non ha ancora fornito documentazioni in merito. Da oltre un anno, inoltre, pare che il Comitato abbia richiesto un regolamento sulla manutenzione degli immobili gestiti dall’Ater, che specifichi dettagliatamente gli interventi dovuti dall’ente e quelli che spettano agli inquilini, che risolverebbe grosse diatribe in atto, ma che, nonostante le promesse verbali, non è ancora stato presentato. Per questi motivi Casertano e Tortorelli si chiedono se l’Ater di Matera voglia seriamente prendere a cuore le esigenze dei cittadini economicamente deboli la cui esigenza primaria é quella di ottenere immobili sociali e mantenere in buono stato il patrimonio esistente, impiegando in toto le esigue risorse economiche evitando di rivolgersi all’esoso mercato delle consulenze esterne. Basterebbe, concludono Casertano e Tortorelli, valorizzare il personale Ater, perché tecnicamente preparato e capace di svolgere qualsiasi attività, dalla progettazione alla direzione dei lavori, fino alla sicurezza.

Share Button