‘La violenza sulla donne’ in un convegno ad Altamura

violenza_donneAltamura (Ba) – Donne violentate, molestate, umiliate e offese nella loro dignità. In Italia e nel mondo ci sono più donne che muoiono per mano di mariti ed ex-fidanzati, che per tumori. Si è parlato di questo, sabato sera ad Altamura, nella Sala Conferenze ‘Tommaso Fiore’, presso il Monastero del Soccorso. ‘Quando il dolore ha gli occhi di una donna‘. Un incontro organizzato, per la cittadinanza, da Margherita Carretta presidente dell’ Interact Club Altamura Gravina in Puglia. Tra i relatori la dottoressa Annagloria Piccininni, sostituto procuratore della Repubblica del Tribunale di Potenza, la dottoressa Assunta Basentini, psicologa, e l’avvocato Cristiana Coviello, consulente legale del centro antiviolenza “Telefono Donna” di Potenza. Ci sono nuove norme oggi che tutelano non solo una donna stuprata, ma anche una donna che ha subito atti più blandi come il palpeggiamento e altri atti di libidine. Il termine di presentazione della querela si è protratto a sei mesi dall’accaduto, per dare il tempo ad una donna di farsi coraggio e denunciare, senza più possibilità di ritrattare, proprio per evitare le pressioni del violentatore. Anche gli atti reiterati di minacce e di molestie sono reati perseguibili dal codice penale. E’ più difficile per una donna denunciare una violenza subita da parte di un estraneo che di un marito o di un convivente, anche quest’ultimo perseguibile dalla legge. La violenza non arriva da un giorno all’altro, è stato più volte ribadito nel convegno, ma è un lungo processo di mortificazione e di isolamento per la donna, ridotta ad una nullità. E nel momento in cui riceve il primo schiaffo, lei crede di meritarselo. E’ stato dichiarato che le forze dell’ordine in una percentuale molto bassa accettano le querele di questo tipo, ma è anche vero che ci sono degli enti e delle associazioni pronti a sostenere e tutelare le donne maltrattate. ‘Farsi coraggio’ e ‘Denunciare’ : solo questo restituirà loro la libertà di vivere.

Share Button