Difensore civico: serve l’osservatorio

difensore civicoMATERA – Ha fatto riferimento all’esperienza della Basilicata, Prospero De Franchi, Presidente del Consiglio Regionale Lucano, ricordando che la Regione si è dotata di una legge sin dal 1986 e di una nuova normativa nel 2007. Sono tre i difensori comunali in Basilicata, a Matera, Potenza e Melfi, con un’attività che finora ha consentito di smaltire oltre 1000 pratiche, nel 2008, gran parte delle quali risolte in tempi brevi. A sottolinearlo, ancora, ieri a Matera, presso la Mediateca Provinciale, in occasione dell’assemblea Generale dei difensori civici locali dell’Italia Meridionale, Catello Aprea, difensore civico regionale. Si è avuto, ha detto ancora Aprea, un aumento delle segnalazioni, con particolare riferimento alle difficoltà di accesso agli atti amministrativi, legata, in gran parte, ai tempi della giustizia amministrativa. L’approvazione del disegno di legge in materia di “Difesa civica e istituzione del difensore civico nazionale”, attualmente fermo alla Camera, consentirebbe, come è stato ribadito ancora nel corso dell’assemblea di ieri, di avere una rete funzionale sul territorio e di offrire ai cittadini uno strumento utile per migliorare il rapporto con la pubblica amministrazione.

Share Button