Stagione Estiva 2009, Metaponto: gli operatori dei lidi registrano forti cali.

Metaponto lidoMETAPONTO (MATERA) – Non sarà certo ricordata come una stagione turistica positiva, in termini di presenze e di permanenza, quella che ha caratterizzato i mesi estivi di giugno e luglio, al lido di Metaponto. Nei giorni scorsi, subito dopo la settimana di ferragosto, abbiamo ascoltato referenti e titolari degli stabilimenti balneari di Metaponto, per capire, ovviamente non in termini strettamente statistici e di dettaglio, ma attraverso il polso di chi, da anni, si occupa e misura il flusso dei turisti presenti sulle spiagge e dei servizi offerti ai bagnanti, come è andata la stagione estiva ormai al suo giro di boa. Bassa l’affluenza registrata dagli operatori fino al mese di luglio, dovuta probabilmente, come hanno concordato tutti, alla crisi e alla congiuntura economica. Ma le cause esterne non sono sufficienti a giustificare un calo di presenze che ha toccato, secondo quanto hanno riferito alcuni operatori, punte del 50%. In una certa misura, e ancora una volta unanime il parere degli operatori, il calo si è legato alle mareggiate che hanno investito la spiaggia nei mesi invernali, alle modificazioni, vistose in alcuni tratti, del profilo del litorale e delle caratteristiche granulometriche della sabbia, ma anche all’eco, che alcuni operatori hanno giudicato inopportuno, che tali fenomeni hanno avuto a livello mediatico. Le risorse naturali, paesaggistiche ed archeologiche presenti, sono gli elementi principali e di altissimo pregio, su cui poggia l’offerta turistica di Metaponto. È necessario però, hanno sottolineato infine gli operatori, un impegno sinergico ed interistituzionale, perché la
stazione turistica Metapontina non rimanga anonima e priva di forti riferimenti attrattivi, meta di un turismo balneare intermittente ed instabile.

Share Button