Mobilità nei Sassi, novità e soluzioni

Valeriano Delicio

Valeriano Delicio

Matera. Il Comune di Matera ha attivato da oggi un pacchetto di misure per regolamentare l’accesso ai rioni Sassi e al centro storico, “in relazione alla crescita delle presenze turistiche legate all’interesse per la Capitale europea della cultura per il 2019″. Lo ha comunicato nel corso di una conferenza stampa l’assessore comunale alla mobilità urbana, Valeriano Delicio. Le misure per gli antichi rioni di tufo riguardano la effettuazione di corse bus dalle 10.30 alle 23.55, con frequenza ogni mezz’ora e una pausa dalle 13.30 alle 15.30, che consentiranno di raggiungere i Sassi Caveoso e Barisano dal parcheggio mulitpiano di via Saragat. ”La società Miccolis. concessionaria del servizio di trasporto urbano – è stato spiegato – ha messo a punto biglietti a tempo e cumulativi per più corse e abbonamenti dal costo conveniente. L’iniziativa coinvolge, nei rapporti con turisti ed esercizi alberghieri, anche i noleggiatori con conducente che potranno proporre servizi con tariffe dedicate”. L’assessore ha poi annunciato la disponibilità dell’ Autoparco di contrada Pantano, di proprietà comunale ma gestito da privati, per accogliere i bus turistici e i camper in modo da ridurre il ”peso del traffico e della sosta” di veicoli ingombranti a ridosso del centro storico. ”Anche in questo caso i privati hanno proposto tariffe convenienti per uno o più giorni di sosta, con possibilità di utilizzo dei servizi e della navetta per gli autisti dei bus. Da domani, invece, diventa pedonale via Alessandro Volta fino alla intersezione con via Rocco Scotellaro. Quest’ultima diventa a doppio senso di marcia, con divieto di sosta su ambo i lati e precisi obblighi di svolta a destra per quanti dovranno immettersi su via Lucana. Sono garantiti il carico e scarico delle merci nelle ore consentiti e il raggiungimento di autorimesse”. ”I provvedimenti – ha aggiunto l’assessore – sono a carattere sperimentale, con possibilità di integrare eventuali correttivi che saranno suggeriti. Si tratta di misure necessarie per alleggerire il peso della presenza di veicoli in aree dove è costante la presenza di turisti. L’amministrazione comunale ‘armonizzerà’ la materia delle Zone a traffico limitato sia con l’ammodernamento degli aspetti tecnici, elettronici e informatici che di quelli legati al disciplinare”. (ANSA).