Il Tango senza Rossetto di Donatella Alamprese nella terra dei calanchi

Nella terra dei calanchi si è svolto martedì sera lo spettacolo Tango senza Rossetto di Donatella Alamprese. Omaggiata questa estate sul palco di Policoro con il Premio Heraclea, l’artista è tornata nella sua regione d’origine per dare vita ad un tour di grande effetto scenico e artistico.

Nell’anfiteatro dei Calanchi di Aliano ha proposto un recital nell’ambito del Festival dei Teatri di Pietra Theatrom Theatrum giunto alla ventesima edizione e promosso di concerto dai comuni di Grumento Nova, Aliano e Venosa, dalla Regione Basilicata e dal Mibact.

Tango senza rossetto ha visto la Alamprese insieme al suo storico chitarrista Marco Giacomini. Inserito nell’ambito di un progetto internazionale lo spettacolo racconta un tango essenziale, storie di vita conune e ripulite da ogni orpello, Un tango senza make up che è quello dei poeti e della contemporaneità, declinato anche al femminile grazie alla collaborazione con la poetessa argentina Marta Pizzo e il compositore Saul Cosentino.

Per questo, tango senza cammino non è solo un concerto ma un vero e proprio spettacolo che porta in scena l’omonimo album, un progetto discografico che come un viaggio conduce lo spettatore verso il genere argentino che ha conquistato il mondo.

Donatella Alamprese vive da anni a Firenze ed è project manager della sezione musica dell’associazione lucana a Firenze.

Per chi volesse vederla o perchè no, rivederla lo spettacolo sarà replicato questa sera sempre alle 21.00 nel Parco Archeologico di Grumento Nova.