Dodi Battaglia a Matera. Dal diploma honoris causa ad una più stretta collaborazione con il Conservatorio

E’ il primi chitarrista a riceve in Italia un riconoscimento del genere per la propria attività musicale. Dodi Battaglia, storica chitarra, oltre che interprete ed autore per più di 50anni di molti dei più clamorosi successi dei Pooh riceve infatti dalla massima istituzione musicale materana, il Conservatorio “E.R. Duni”, il diploma accademico honoris causa di secondo livello in “Chitarra elettrica jazz”.

Ad informare la stampa sui dettagli del riconoscimento, che è anche un primo contatto con l’artista da parte della Capitale Europea della Cultura nel 2019, è il direttore del Conservatorio, Piero Romano: “Con questo riconoscimento il Consiglio Accademico interpreta quello che sarà il nuovo corso che è già una realtà in alcuni Conservatori” ha sottolineato Romano “già dal 2003 in Italia sono presenti cattedre in ‘popular music’. Si tratta di una sponda che offriamo agli studenti che vogliono una proposizione in ogni ambito artistico”.

Dodi (Donato) Battaglia ha commentato con gioia il riconoscimento e ringraziato l’istituzione materana: “a distanza di 30 anni il sud è molto cambiato, e la nomina di Matera in particolare che ora si trova a svolgere un ruolo propulsivo, ci sta tutta. La decisione del Conservatorio materano non solo del mio riconoscimento ma anche di istituire un dipartimento ad hoc per lo studio della musica ‘pop’ è un segno” ha aggiunto l’artista “di grande intelligenza e apertura mentale. Perchè chi studia musica in questo modo ha la possibilità di farne una professione, è questa” ha concluso “la cosa più bella”.

Nel corso della conferenza stampa di presentazione della cerimonia ufficiale, che avrà luogo alle 18.30 presso l’auditorium Gervasio, il direttore Piero Romano ha anche strappato la promessa, accolta con favore da Battaglia, di partecipare nel prossimo futuro ad alcune delle iniziative in programma con gli studenti del polo materano, a partire da alcuni incontri formativi per finire alla partecipazione come ospite speciale ad alcune sessioni di registrazione con gli stessi allievi.