Dopo il premio della Sala Stampa di Sanremo a Matera la cantautrice Chiara Dello Iacovo

domenica 21 febbraio presenterà il suo disco d’esordio alla Mondadori di Matera. Il 23 sarà a Bari, il 24 a Taranto e il 25 a Lecce

Chiara Dello IacovoDopo il successo ottenuto al 66° Festival di Sanremo con il brano “Introverso”, la giovane cantautrice Chiara Dello Iacovo, seconda classificata e vincitrice del Premio della Sala Stampa Radio-Tv-Web “Lucio Dalla” per la Sezione Nuove Proposte, domenica 21 febbraio presenterà il suo disco d’esordio “APPENA SVEGLIA” (Rusty Records) alla Mondadori di Matera (via del Corso, 12 – ore 18.30).

Queste tutte le date, ad oggi confermate, dell’instore tour: il 22 febbraio a La Feltrinelli di Napoli, il 23 febbraio a La Feltrinelli di Bari, il 24 febbraio alla Mondadori di Taranto, il 25 febbraio alla Mondadori di Lecce, il 26 febbraio alla Mondadori di Vercelli, il 27 febbraio alla Mondadori di Alessandria, il 2 marzo a La Feltrinelli di Bologna e il 4 marzo a La Feltrinelli di Verona.

Oltre ad aver vinto il premio della Sala Stampa Radio-Tv-Web “Lucio Dalla”, Chiara Dello Iacovo durante la settimana sanremese si è aggiudicata la vittoria del “PREMIO ASSOMUSICA – MIGLIORE ESIBIZIONE LIVE – CATEGORIA SANREMO GIOVANI 2016”, conferito dall’Associazione Italiana degli Organizzatori e Produttori di Spettacoli Musicali dal Vivo, e del “PREMIO AFI 2016” per gli importanti successi artistici raggiunti in quest’ultimo anno. Inoltre, la cantautrice astigiana è la prima cantante donna a debuttare ufficialmente nella Nazionale Italiana Cantanti.

L’album “Appena Sveglia” (Rusty Records/Believe Digital), prodotto da Davide Maggioni e disponibile nei negozi tradizionali, in digital download e su tutte le piattaforme streaming, è composto da dieci tracce dalle sonorità pop-acustiche e contiene il brano sanremese “Introverso”. Realizzato per gran parte in presa diretta senza editing e con una post produzione molto essenziale, “Appena Sveglia” mette in evidenza la verità di Chiara e della sua musica: “È una bella carta d’identità per accedere ufficialmente al mondo della musica restando fedele a me stessa – racconta Chiara Dello Iacovo in merito al suo album d’esordio – Un disco senza inganni, che non ha bisogno di effetti speciali e che quindi si ritrova ad andare un po’ controcorrente”.