“Playing for Change” fa tappa nella città dei Sassi grazie a Federico Ferrandina

playing for4 changeSette canzoni del progetto multimediale internazionale “Playing for Change” giunto al suo quarto volume avranno gli arrangiamenti del chitarrista e compositore materano Federico Ferrandina. “Playing for change”, letteralmente “suonare per il cambiamento”, non nasce subito come un lavoro multimediale, ma in principio è semplicemente un video che gira sulla rete. Il produttore statuinitense Mark Johnson, infatti, colpito dalla performance di un musicista di strada a Santa Monica, intento a cantare e suonare Stand by me, intuisce che, avrebbe dovuto iniziare a girare il mondo, cercando altri musicisti sconosciuti, di diversa estrazione culturale e musicale, disposti a suonare la medesima canzone. L’intuizione era indovinata. Stand by me, suonato e cantato da diversi artisti reclutati in tutto il mondo e inseriti sulla stessa traccia, totalizza su youtube, ad oggi, a partire dal 2008 quando è stato caricato, circa 75 milioni di visualizzazioni. Da lì l’interesse verso “Playing for change” da parte di rockstar del calibro di Bono Vox, Keith Richards o Manu Chao ed i vari progetti multimediali con tanto di CD e DVD che finanziano progetti umanitari. Nel quarto, in cantiere, come detto, c’è anche Matera proprio grazie a Federico Ferrandina, il quale ha coinvolto anche altri artisti materani come l’arpista Giuliana De Donno, il percussionista, Roberto Chietera, Anna Maria Losignore alla viola, il fisarmonicista, Claudio Mola, il regista e direttore della fotografia, Luca Acito, ed il fonico Angelo Cannarile. Mark Johnson si è detto molto entusiasta dello scenario in cui potrà girare i suoi video clip e registrare le musiche e della caratura musicale dell’entourage materano. “Playing for change” volume 4 sarà disponibile tra Natale 2015 e i primi giorni del 2016.