“50 anni di The Beatles” a Potenza, celebrazione iconografica alla Biblioteca Nazionale

Schermata 2013-07-11 alle 12.54.08POTENZA – C’erano una volta quattro ragazzi di Liverpool che attraverso grandi successi, passati alla storia come assoluto fenomeno di massa, avrebbero guadagnato di diritto l’olimpo delle band musicali mondiali. C’erano George Harrison, John Lennon, Paul McCartney e Ringo Starr… e ci sono ancora!

E’ l’evento “It’s Getting Better – 50 anni di The Beatles”, promosso da Biblioteca Nazionale di Potenza e Manteca Club in collaborazione con l’ARCI – Comitato Regionale di Basilicata. E Nel capoluogo di regione è stato aperto uno spazio loro dedicato con una speciale celebrazione iconografica in concomitanza con i cinquanta anni dall’usciva dell’album “Please please me”, che ha rivoluzionato il sound di tante generazioni. Un percorso ricco di emozioni – focalizzato dal periodo 63’/68’ – dove trovare intere raccolte attraverso collezioni private e una ricerca instancabile via internet.

La conferenza del gruppo promotore – che ha visto la partecipazione del giovane insegnante di chitarra potentino Gianfranco Summa – si è svolta giovedì 11 luglio con la cerimonia d’inaugurazione della mostra presso la Sala Mostre della Biblioteca Nazionale di Potenza in via del Gallitello.

Importante la collaborazione proprio della Biblioteca Nazionale che per voce del suo Direttore Franco Sabia si è resa disponibile ad incrementare iniziative culturali come questa dal forte richiamo a più fasce d’età. Una idea sviluppata dal Manteca Club, acronimo di Management dei Temi del Cambiamento, società nata nel 2009 e operante in Basilicata come gruppo di professionisti con l’obiettivo di promuovere e curare nel tempo progetti anche in aree tematiche tra loro distanti: le politiche urbane e il fumetto, l’associazionismo economico e la musica, i migranti e la comunicazione pubblica. Perché, come precisato dagli organizzatori, ciò che tiene insieme le cose è l’ambizione di essere “lievito madre” di nuove imprese e professionisti. “Abbiamo trovato vari spunti e creare un evento dedicato alla band per eccellenza – ha dichiarato la Vice Presidente di Manteca Club Marianna Tamburrino – grazie al contributo di vari collezionisti lucani e l’augurio è che i visitatori possano apprezzare la disposizione scelta con pezzi unici della storia dei Beatles.”

A contribuire con i suoi dischi, oggetti e fotografie, il potentino Giuseppe Basile, privato cittadino capace negli anni di allestire un mini museo con prezioso materiale targato “Fab Four”.

La mostra sarà fruibile gratuitamente durante l’estate per i mesi di luglio e agosto negli orari d’apertura della Biblioteca Nazionale e comunicati sul sito Manteca Club e pagina facebook dell’evento. Ad agosto sono inoltre previsti incontri pubblici sul tema con autori ed esperti.