Cinema. A “Flashes in Puglia” cortometraggi da 12 Paesi

A Ostuni il 10 e 11 giugno lavori su radice comune dell’emigrazione

Una selezione di cortometraggi realizzati da registi di 12 Paesi sul tema comune dell’emigrazione: si chiama ‘Flashes in Puglia’ la rassegna in programma venerdì e sabato prossimi, 10 e 11 giugno a Ostuni (Brindisi), promossa da Regione Puglia, Comune di Ostuni, Apulia Film Commission-Circuito D’Autore, ‘DokuFest/Corners’ e ‘Slowcinema’.

Tutti i lavori, dal documentario all’animazione, “sono stati premiati in importanti manifestazioni”, informa una nota degli organizzatori, “tra cui il Sundance Film Festival, Festival del cinema di Venezia, Festival di Cannes e Berlino, e sono stati scelti tra il vasto programma di DokuFest, festival internazionale di documentari e cortometraggi del Kosovo”. Alla selezione internazionale è affiancata una sezione di cortometraggi italiani a cura di Apulia film commission (Afc).

Venerdì 10 giugno ‘Flashes in Puglia’ prende il via alle ore 17 al Caffè Cavour con ‘Cinema-Sguardi Dalla Puglia Ai Balcani’, incontro al quale partecipano, tra gli altri, il direttore del dipartimento Turismo della Regione, Aldo Patruno, il direttore artistico del DokuFest, Veton Nurkollari, e il presidente di Afc, Maurizio Sciarra. Alle ore 19 e alle 21.30, nello Slowcinema di Ostuni, comincia la prima parte del programma di cortometraggi internazionali con ‘Shipwreck’ di Morgan Knibbe, ‘Sharaf-An Animated Documentary’ di Hanna Heilborn & David Aronowitsch, ‘Xenos’ di Mahdi Fleifel, ‘Note On Multitude’ di Ibro Hasanovic, ‘Smoke una casa bruciata 16 anni fa, ne rimane ancora il fumo’ di Gorana Jovanovi?, e ‘Muski Film/Real Man’s Film’ .

A seguire la proiezione dei cortometraggi italiani con ‘Il Vento È Cambiato’ di Irvin Mucaj e Massimo Federico, ‘Giardini Di Luce’ di Lucia e Davide Pepe, ‘Lutto Di Civiltà’ di Pierluigi Ferrandini, ‘Child K’ di Roberto De Feo e Vito Palumbo, ‘Nuvola’ di Giulio Mastromauro. (ANSA)