Fase 2, riaprono i tre luoghi simbolo della cultura lucana

Tra le tante riaperture anche quelle di Palazzo Lanfranchi a Matera, del Museo archeologico nazionale della Siritide di Policoro e del Parco archeologico nazionale di Venosa, proprio nella Giornata Internazionale dei musei

 

Il Museo nazionale di Palazzo Lanfranchi a Matera, il Museo archeologico nazionale della
Siritide di Policoro (Matera) e il Parco archeologico nazionale di Venosa (Potenza) sono i “tre luoghi simobolici” della cultura della Basilicata che riaprono oggi.

Lo ha annunciato la direttrice della rete museale lucane, Marta Ragozzino, ricordando che le riaperture arrivano nella Giornata internazionale dei musei promossa dall’Icom. Il riavvio dell’attività a Palazzo Lanfranchi, al museo della Siritide e all’area archeologica di Venosa fa parte del “graduale, progressivo e sostenibile piano di riapertura dei musei e della cultura” della Basilicata. Ragozzino ha sottolineato che, “se aperti e dinamici”, i musei “sono luoghi fondamentali per la vita sociale di una comunità”.(ANSA)