Banca Popolare di Puglia e Basilicata: PopolArte si arricchisce di nuove opere dell’artista Galuppo

Il progetto PopolArte si arricchisce di nuove opere: il binomio vincente che BPPB ha avviato alla fine del 2018 e che trasforma le filiali in uno spazio espositivo in cui è possibile contemplare l’arte nelle sue diverse espressioni.

Alle opere di autori locali ed internazionali già presenti nell’Istituto si è aggiunto, presso l’agenzia di Nardò, il trittico dal titolo “Paesaggio”, del giovane artista leccese Lorenzo Galuppo che opera nel campo dell’arte contemporanea, con continua sperimentazione di tecniche e materiali.

La sua ricerca riflette sulla fruibilità percettibile dell’immagine, in cui il paesaggio diviene un veicolo attraverso il quale prende forma la sua creatività. I dipinti, in cui sfumature si alternano a pennellate nitide, mostrano come la percezione dell’immagine che viene reinterpretata diventi uno strumento di discussione della vanità della memoria e del desiderio. Le tre tele, in acrilico e smalto, fanno parte di un ciclo di paesaggi che ritraggono l’assenza e/o compresenza dell’uomo e del suo tracciato nella “natura rurale”: con l’assenza della figura, l’artista indaga uno spazio dedicato al silenzio riflessivo e contemplativo.

“Prosegue con rinnovato orgoglio – dichiara il Presidente Leonardo Patroni Griffi – l’individuazione e l’installazione di espressioni artistiche originali nelle dipendenze della Banca che diventano, non solo un prezioso veicolo per la diffusione e la conoscenza di validi esponenti del mondo della cultura, ma si trasformano in un luogo in cui l’attesa è resa più piacevole dalla incantevole bellezza delle opere e diventa un’occasione per farsi catturare da un particolare, da una luce, da una colore o da una pennellata.”