Lagonegro. Al “Monna Lisa Museum” la mostra fotografica “Il Vangelo secondo Matteo 50 anni dopo”.

Lagonegro PasoliniÈ stata allestita a Lagonegro, all’interno dei locali di Palazzo Corrado che ospitano il Monna Lisa Museum, la mostra “Il Vangelo secondo Matteo” cinquant’anni dopo. Nuove tecniche di immagine: arte, cinema, fotografia.

La rassegna, ideata da Antonio Spoletini e curata da Domenico Notarangelo, è stata promossa nel 2014 dalla Lucana Film Commission allo scopo di celebrare i cinquanta anni del capolavoro girato da Pasolini a Matera nel 1964: si tratta di un’opera unica e straordinaria che annovera scatti inediti, raccolti sul set materano e ritrovati molto tempo dopo, e quasi per caso, proprio da Domenico Notarangelo in uno scatolone dimenticato in una soffitta della sua casa paterna.

I quadri fotografici, dal particolare pathos espressivo impregnato di neo-realismo, sono stati esposti nella città dei Sassi, nelle sale di Palazzo Lanfranchi, dal 21 luglio dello scorso anno: a Lagonegro rimarranno fino al prossimo 31 maggio, per poi essere imballati e spediti alla volta di Milano, dove cominceranno un tour che li renderà visibili agli spettatori di decine di città in tutta Italia.

La finalità artistica della mostra – patrocinata dal Ministero per i beni e le attività culturali e dalla Regione Basilicata – è quella di mettere a fuoco, in maniera particolarmente approfondita e grazie ad una narrazione originale, la genesi della pellicola pasoliniana e il rapporto singolare e viscerale intessuto dal regista con Matera, che sotto il sole particolarmente feroce dell’estate del 1964 si traspose nella mente di Pasolini in una nuova, immutabile Gerusalemme.

L’esposizione di Lagonegro, di cui parla ai nostri microfoni la responsabile del Monna Lisa Museum Donata Manzolillo, è stata ideata ed organizzata dal Gal-La cittadella del sapere, diretto dal vice presidente della Lucana Film Commission Nicola Timpone.