In via Sette Dolori a Matera il presepe artistico di Cosimo Feola

Matera. Un presepe artistico a Matera, nello scenario naturale dei Sassi, città che più di altre ispira l’atmosfera presepiale, è quello che l’artista genosino Cosimo Feola ha realizzato per il secondo anno consecutivo in via Sette Dolori. Sempre più grande e sempre più ricco nei particolari e nelle scene di vita quotidiana. Un presepe artigianale rispecchia le scelte e i gusti del suo costruttore, distinguendosi per forme, dimensioni e materiali e quello realizzato da Feola mostra l’animo sensibile dell’artista che cura con amore i minimi dettagli. Sono stati necessari tre quintali di sughero, scolpito, modellato e disposto su diversi livelli. Trentacinque metri quadrati per narrare quanto accaduto più di 2000 anni fa. E’ diventata una tradizione per Cosimo Feola costruire presepi. Una passione che continua a portare avanti prodigandosi per la costruzione degli scenari già diversi mesi prima del Natale, escogitando ogni volta nuovi effetti. Visitando il presepe di Feola si vivono sensazioni di  pace e serenità. Si resta quasi ipnotizzati nell’osservare i pupi in movimento, i suoni, come il pianto di un bambino, gli effetti scenografici, come la neve che imbianca i tetti delle case,  e l’alternarsi delle fasi del giorno, dall’alba alla notte con il passaggio della cometa. Ma a restare sempre illuminata è la capanna che accoglie Gesù Bambino, tra Maria e San Giuseppe. Una scelta voluta da Feola perché quella grotta, povera e semplice, è la fonte della vita. Il presepe artistico rimarrà esposto fino al 6 gennaio.