Premio Rossetti Montano, il terzo appuntamento a Corleto Perticara

A Corleto Perticara si è tenuta la terza giornata del Premio Rossetti Montano, con celebrazioni e conferimento di premi, tra cui il Premio alla Carriera a Olga Mazzia e il Premio “Girovaghi contemporanei” a Chiara Capobianco.

Ieri a Corleto Perticara, in provincia di Potenza si è svolto il terzo appuntamento del Premio Rossetti Montano, incentrato sulle celebrazioni del ventennale della morte di Rocco Rossetti. La giornata è iniziata con la consegna dei riconoscimenti, tra cui il Premio alla Carriera conferito a Olga Mazzia, prima arpa del Teatro alla Scala di Milano, che si è collegata da Milano per ricevere il premio dalle mani della professoressa Simari, Direttore artistico dell’evento.

Olga Mazzia, vincitrice del concerto Salvi, ha raccontato della sua esibizione a Viggiano e ha espresso il desiderio che le bellezze della Basilicata siano conosciute in tutto il mondo. Successivamente, il Premio “Girovaghi contemporanei” è stato assegnato a Chiara Capobianco, musicista di origini lucane residente in California, che ha ringraziato emozionata per il riconoscimento, sottolineando come la sua passione per l’arpa sia diventata una carriera internazionale.

La presentatrice Eva Immediato ha descritto Capobianco come un esempio contemporaneo di musicisti che hanno viaggiato in tutto il mondo. Il Presidente della commissione del festival, Antony Gallo, ha spiegato che il premio nasce dalla Regione Basilicata per valorizzare la vita culturale e sociale della comunità di Corleto Perticara.

Un momento significativo è stato l’emissione del primo annullo filatelico per commemorare il ventennale della morte di Rocco Rossetti, in collaborazione con Poste Italiane, che proseguirà fino al 2026 con l’emissione di un francobollo per il centenario della nascita di Rossetti. Durante la cerimonia, il Sindaco di Corleto, Mario Montano, e il responsabile filatelia di Potenza, Donato D’Onofrio, hanno partecipato all’evento, rimarcando l’importanza di questa collaborazione.

La giornata è proseguita con la Festa della Musica delle Pro Loco Unpli Basilicata, organizzata da Rosa Fortunato, coordinatrice regionale della festa, che ha evidenziato l’importanza della musica come mezzo di connessione profonda. Vito Sabia, Presidente Unpli Basilicata, ha elogiato il lavoro delle Pro Loco nel supporto agli eventi culturali locali, sottolineando l’importanza della collaborazione tra le Pro Loco e le amministrazioni locali.

La terza giornata si è conclusa con il concerto di Ambrogio Sparagna e l’orchestra popolare italiana, accompagnati dall’Ensemble dell’Arpa Viggianese, che hanno deliziato il pubblico con la loro esibizione.