In scena a Potenza l’inedito musical “Gerardo Della Porta, il Santo dell’amore”

Canti, musiche e coreografie con oltre 70 persone tra attori e ballerini per accompagnare gli spettatori in un viaggio indietro nel tempo. Un percorso che intreccia poesia e storia, per diffondere la vita di San Gerardo Laporta, vescovo di Potenza e poi Santo patrono della città. Una figura attorno alla quale si intreccia mito e devozione e che è rappresentativa di un senso di appartenenza proprio della comunità potentina.

E allora grazie al lavoro di due associazioni, ovvero METAMORFOSI, e “InCanto” di Potenza, con il talento e la professionalità dei loro maestri e di diverse figure professionali è stato ideato e messo in scena l’inedito musical “Gerardo della porta, il Santo dell’amore”.

Uno spettacolo cominciato dalla documentazione storica, attualmente disponibile, sulla figura del Santo, che, seppur esigua, consente di delineare un quadro ben definito di Gerardo Della Porta e delle innovazioni di cui fu promotore in campo pedagogico e sociale. Lo spettacolo parte dalla grande devozione che la città di Potenza continua a mostrare nei confronti del Santo e, in un flashback che solo l’arte sa rendere così reale, accompagna gli spettatori a 900 anni fa, cercando di ricostruire, nel modo più verosimile, ambientazioni, costumi, nomi e soprattutto il quadro culturale dell’epoca. In una Potenza moralmente allo sbando, la figura di San Gerardo ridona speranza, converte cuori e insegna il rispetto nei confronti della donna, precorrendo quello che sarà l’amor cortese. Così il musical diventa strumento di conoscenza e diffusione di ciò che, tra storia e leggenda, possiamo attualmente sapere del Santo, alternando bene l’ironia alla profondità dei messaggi, il tutto accompagnato da musiche inedite e splendide coreografie.