La Basilicata si illumina a New York con il presepe di Franco Artese

La solennità dell’Immacolata a New York parla lucano. Una cerimonia intensa e fortemente partecipata ha avuto luogo nella Chiesa “Our Lady of Pompeii”, che ha riunito per l’occasione centinaia di italiani residenti, alla presenza di una delegazione istituzionale lucana con il presidente Vito Bardi e il direttore dell’APT Antonio Nicoletti.

La solennità dell’Immacolata a New York parla lucano. Una cerimonia intensa e fortemente partecipata ha avuto luogo nella Chiesa “Our lady of Pompei”, che ha riunito per l’occasione centinaia di italiani qui residenti, alla presenza di una delegazione istituzionale lucana con il presidente Vito Bardi e il direttore dell’APT Antonio Nicoletti.

La celebrazione è stata officiata da mons Gabriele Giordano Caccia – Nunzio apostolico e Osservatore Permanente della Santa sede presso l’ONU a New York, e concelebrata da mons Salvatore Ligorio, arcivescovo metropolita della diocesi di Potenza-Muro Lucano.

Attenta e premurosa la regia della serata, scandita da diversi momenti, a cura di don Luigi Portarulo giovane parroco lucano della chiesa Our lady of Pompeo, originario di Bernalda che ha saputo aggregare con sentita e devota partecipazione la nutrita comunità Italo americana.

Dopo la celebrazione eucaristica, il momento solenne con la benedizione del presepe monumentale a firma del maestro Franco Artese ambientato nel suggestivo scenario dei Sassi di Matera, cui è seguita una performance musicale con strumenti della tradizione lucana a cura di Nicola Scaldaferri, professore di etnomusicologia all’Università di Milano, accompagnato dal musicista Vincenzo Di Sanzo e da Francesca Esposito alla voce.

Una serata intensa che ha aperto la tre giorni negli Stati Uniti voluta dall’APT Basilicata all’insegna di musica, tradizioni, cultura ed accoglienza per raccontare ai viaggiatori statunitensi appassionati di Italia, e alle tante persone di origini italiane che vivono a New York, alcune delle peculiarità della Basilicata.