“Bella come sei”, a Matera la quarta edizione dell’evento di Komen Italia

Una serata all’insegna delle emozioni. La bellezza, la forza e il coraggio delle donne. È stato tutto questo “Bella come sei” la IV edizione della sfilata delle donne in rosa andata in scena a Matera in piazza San Francesco, organizzata dal Comitato regionale Komen Basilicata.
La maestosa facciata della chiesa di San Francesco D’Assisi ha fatto da cornice ad un evento unico in Italia, dove le donne che hanno affrontato la malattia si sono mostrate in tutta la loro bellezza con il sorriso e la gioia: un esempio per tante, un modello per tutti.
Le donne in rosa – con stile, portamento e leggerezza – hanno indossato gli abiti dei brand facenti parte della rete Cna – FederModa oltre che delle boutique Bianca e della boutique Stefania di Matera. Il look delle protagoniste e’ stato completato dalle acconciature e dal trucco del team della bellezza coordinato da Massimo Ferraroni. Un tocco di classe ha conferito l’allestimento scenico della scalinata di Piazza San Francesco curato da Milady by Misciù.

L’evento rientra in una delle numerose iniziative promosse dalla Komen Basilicata e come tappa fissa, da quattro anni, in vista della Race che si correrà quest’anno a Matera il prossimo 1 ottobre al culmine degli eventi ed attività di prevenzione con la carovana della salute che animeranno dal giorno 29 il villaggio allestito presto il Parco del Castello.
Nel corso della serata, molto partecipata e sentita, hanno preso parte esponenti delle Istituzioni, del mondo imprenditoriale e dell’associazionismo e tutti i partner al fianco di Komen per la buona riuscita dell’evento,
Spazio durante la serata all’arte e alla cultura ma sopratutto al valore della testimonianza con le storie ed il vissuto di alcune donne in rosa che hanno voluto ribadire con il loro esempio l’importanza della prevenzione. Ora tutti in corsa verso la Race con l’obiettivo di essere numerosi ed in prima fila a fine mese con le iscrizioni che consentiranno al comitato Komen di sostenere nel tempo i progetti territoriali legati alla cura e alla prevenzione.