Bari, festa di San Nicola: la processione a mare della statua del patrono

Fede, devozione, tradizione. Questa mattina c’è stato uno dei momenti più significativi della tre giorni di celebrazioni della festa di San Nicola: la processione a mare della statua del patrono di Bari.

La statua del santo, dopo la messa celebrata da monsignor Giuseppe Satriano, è stata trasportata sulla zattera dove, alla presenza delle autorità religiose e civili, tra le quali anche il primo cittadino di Bari, Antonio Decaro e il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, si è diretta verso il peschereccio Leopardo della famiglia Susca.

Sul mare le numerosissime barche in processione hanno salutato festosamente il passaggio del simulacro di san Nicola dalla zattera al peschereccio, salutando con applausi, canti e con il crescente boato delle sirene il passaggio più atteso di questa particolare celebrazione. Un momento particolarmente emozionante, accompagnato anche dal saluto delle autorità e dalle donazioni dei fedeli che in cambio ricevono una immagine del santo. La processione a mare va avanti per tutto il pomeriggio fino alle 20, momento in cui la statua viene riportata a terra, prima al molo san Nicola e poi in piazza Ferrarese, dove quest’ulteriore passaggio delle celebrazioni viene sottolineato dall’accensione delle luminarie.