L’Orchestra della Magna Grecia ospite alla Camera dei Deputati per la Festa della Musica

Ventottesima edizione dedicata alla memoria di David Sassoli. Direzione dell’on. Michele Nitti. Altri parlamentari si sono esibiti in veste di solisti. Promossa da Commissione europea, Ministero della Cultura, Siae, AIPFM, Rai e AFI.  BCC di San Marzano, presidente Emanuele Di Palma, fra le attività a sostegno dello straordinario evento. Presenti il sindaco di Taranto, Rinaldo Melucci, e il direttore artistico dell’Orchestra, il Maestro Piero Romano

Martedì sera alle 20.15, l’Orchestra della Magna Grecia è stata ospite nel Chiostro di Palazzo Valdina a Roma, presso la Camera dei Deputati. L’ICO ha accompagnato parlamentari-musicisti, dunque rappresentanti del Senato e della Camera, in occasione della “Festa della Musica”. Se non unica, per l’OMG è stata sicuramente una esperienza straordinaria in quanto per una sera hanno fatto “ensemble” in nome dell’armonia, politici di maggioranza e opposizione.

La “Festa della Musica” è un evento che ogni anno celebra la Musica in numerose città italiane. Questa ventottesima edizione sarà dedicata alla memoria di David Sassoli, giornalista e politico italiano scomparso lo scorso gennaio. In programma brani originali e, fra le altre, musiche di Mozart, Vivaldi e Rossini.

Insieme ai professori d’orchestra dell’ICO Magna Grecia diretti dall’on. Michele Nitti, parlamentari-musicisti, dunque rappresentanti di Senato e Camera. La serata è stata introdotta dall’on. Vittoria Casa, presidente della Commissione Cultura Scienza e Istruzione, che ha fortemente sostenuto l’iniziativa in collaborazione con il presidente della Camera, Roberto Fico. «Abbiamo ritenuto un dovere ricordare David Sassoli, in un momento di unione, come questo e dopo aver trascorso molto del nostro tempo in regime di lockdown», ha dichiarato l’on. Casa.

Questo il programma dell’evento: Ouverture da “Le nozze di Figaro” (Mozart); Concerto per Flauto e orchestra “K 314” (Mozart, I° movimento), con al flauto l’on. Alessandra Carbonaro; testo di David Sassoli recitato dall’on. Rosalba De Giorgi su accompagnamento musicale dell’on. Daniela Torto. Dopo la consegna di una targa commemorativa ad Alessandra Vittorini in Sassoli, la ripresa del programma musicale: Concerto per Violino, archi e continuo RV 356 n. 6 op. 3 l’Estro armonico-Allegro, Largo, Presto, al violino l’on. Giovanni Russo; “Una voce poco fa” da “Il barbiere di Siviglia” (Rossini), soprano Claudia Urru; “Covid hope song”, dell’on. Francesco Paolo Sisto, colonna sonora del film “A viso aperto”, arrangiamento di Roberta Peroni; “Can’t help falling in love…Perhaps”, medley a cura di Francesco Paolo e Serena Sisto; “Je veux vivre” (Gounod), soprano Claudia Urru.

L’edizione 2022 della “Festa della Musica”, promossa dalla Commissione europea, dal Ministero della Cultura, dalla Siae, AIPFM, Rai e AFI, si è incentrata sul tema “Recovery Sound Green Music Economy” e si è caratterizzata con l’obiettivo della ripartenza del settore musicale attraverso una particolare attenzione all’ambiente. Fra le attività che sostengono l’evento, la BCC di San Marzano della quale presidente Emanuele Di Palma.

Fra i presenti, anche il sindaco di Taranto, Rinaldo Melucci. «Taranto è orgogliosa delle sue eccellenze – ha detto il primo cittadino – l’Orchestra della Magna Grecia è una di queste; non è un caso che spesso ci siamo trovati in perfetta sintonia nell’impegnarci a dare alla città momenti di grande partecipazione. La Festa della Musica, inoltre, è stata occasione, importante, per ricordare un giornalista e politico come David Sassoli, prematuramente scomparso». Massima soddisfazione da parte del direttore artistico dell’Orchestra Magna Grecia, il Maestro Piero Romano. «Essere invitati in Parlamento in occasione della Festa della Musica – ha dichiarato – ed eseguire classici della musica insieme con parlamentari, diretti dall’on. Michele Nitti, in più occasioni direttore della nostra orchestra, è stato motivo di grande orgoglio. Festeggiare la musica, ma anche i valori umani è stata una opportunità straordinaria».

Fra i protagonisti della “Festa della Musica”, l’Orchestra della Magna Grecia è uno dei principali punti di riferimento dei musicisti nel Mezzogiorno, ottenendo nel 2003 dal Ministero della Cultura il riconoscimento di ICO (Istituzione Concertistica Orchestrale). Alla guida dell’Orchestra Magna Grecia, negli anni, si sono alternati grandi direttori: Nanut, Gutter, Agiman, Stiefel, Kalmar, Houtmann, Nowak, Samale, Kantorov, Ventura e Bacalov. L’ICO, ha inoltre accompagnato artisti del calibro di Bruson, Vernikov, Maisky, Rutter, Lupo, Ciccolini, Amii Stewart, Dionne Warwick, Ughi, Gavrilov, Devia, Chen, Porter, Ashkenazy, Zimmermann, Noa, Dee Dee Bridgewater, Canino, Rajna Kabaivanska, Tony Hadley e, ancora, Milva, Al Bano, Paoli, Lucio Dalla, Il Volo, Antonella Ruggiero, Riondino, Arbore, Serena Autieri, Lucia Valentini Terrani, Beppe Fiorello, gli Stadio, Ron, Battaglia, Cristicchi, Achille Lauro, Mahmood e Vinicio Capossela.

L’Orchestra ha promosso la Città di Taranto in Italia e nel mondo, prendendo parte con successo anche a numerosi programmi televisivi nazionali sulle reti Rai, Mediaset e Sky, realizzando il primo CD nel 2000 (l’esecuzione in prima assoluta della versione sinfonica del “Gloria” di John Rutter). Direttore artistico dell’Orchestra Magna Grecia è il Maestro Piero Romano. Dal 2005, fino alla sua scomparsa (novembre 2017) il Maestro Luis Bacalov è stato Direttore Principale dell’Orchestra. Nel 2018 gli è subentrato il Maestro Luigi Piovano, cui nel 2022 è succeduto il Maestro Gianluca Marcianò.