Grande successo per le audizioni nell’Orchestra Sinfonica 131 di Basilicata

Un risultato che ha sorpreso anche i vertici dell’istituenda Orchestra Sinfonica 131 di Basilicata a conferma della straordinaria forza della musica, che vede partecipare oltre 300 musicisti impegnati nelle audizioni previste dal 30 maggio al 6 giugno. I lavori si svolgono nella splendida sala dell’Auditorium del Conservatorio “ Gesualdo da Venosa” di Potenza, gentilmente concessa del Presidente e del Direttore dell’Istituzione, che hanno da subito espresso il proprio significativo sostegno al progetto unitamente alla Regione Basilicata, alla Provincia di Potenza, al Comune di Potenza insieme a tantissimi altri della regione, all’ANCI di Basilicata, all’APT di Basilicata, ai GAL, all’UNIBAS, ai Licei musicali di Potenza, Matera e Venosa, al fine di individuare i futuri componenti della formazione musicale lucana. <E’ bello quando, dopo tanti anni di professione, accade qualcosa che riesce ancora a destare sorpresa – ha commentato il direttore artistico dell’Orchestra, Marco Renzi – Mai mi sarei aspettato che per le audizioni sarebbero arrivate oltre 300 domande, ma l’aspetto ancora più entusiasmante è che la risposta non è giunta solo dal territorio bensì da tutta Europa, un risultato che conferma la bontà e la credibilità dell’iniziativa>.
Grande soddisfazione condivisa anche dal presidente dell’OS131 Pasquale Scavone che sottolinea come, dall’Austria alla Polonia, dalla Germania alla Francia e, in Italia, dalla Sicilia al Piemonte, le richieste per partecipare alle audizioni hanno superato ogni confine, confermando il concetto di unione europea che ancora una volta passa dalla cultura e dalla musica. L’Orchestra ha ricevuto, nello specifico, domande di audizione da 30 clarinetti, 40 flauti, 15 oboi, 15 fagotti, 15 corni, 20 trombe, 20 tromboni, 10 bassotuba, 20 percussioni, 8 arpe, 50 violini, 20 viole, 25 violoncelli, 15 contrabbassi.
Un intenso lavoro sta impegnando i componenti della commissione, presieduta dal Maestro Marco Renzi, di cui fanno parte i soci fondatori Giovanna D’Amato, Pasquale Menchise, Francesco Zingariello insieme a Pietro Borgonovo, Roberto D’Urbano, Igor Caiazza, Gabriele Pieranunzi, Roberto Trainini, Fabrizio Falasca, per le varie sezioni di strumenti. E’ già operativa, nel frattempo, la rete di collaborazioni fra istituzioni musicali come la Fondazione Teatro Petruzzelli e l’Accademia Chigiana di Siena, accanto all’Orchestra sin dalle prime fasi della sua nascita. Obiettivo dell’Orchestra Sinfonica 131 di Basilicata è il riconoscimento quale Istituzione Concertistica Orchestrale della Basilicata dal MIC per continuare l’attività concertistica già intrapresa che prevede un programma di circa 70 concerti in Basilicata e in altre regioni italiane.