Matera, concerto del Lams per la Domenica delle Palme

 

Di seguito la nota diffusa dal Lams.

Il concerto del 10 aprile, la domenica delle Palme, vedrà protagonisti l’ORCHESTRA DI MATERA E DELLA BASILICATA, diretta dal M° toscano Gianpaolo Mazzoli, in un programma originale e di grande fascino, con l’esecuzione di 2 celebri concerti per oboe e orchestra (di Tomaso Albinoni e di Benedetto Marcello) con solista il giovane Nicola Bimbi, insieme a capolavori nel Novecento per orchestra da camera, con la Serenata per archi del compositore inglese Edward Elgar e con “Palladio”, suite per orchestra, del compositore gallese Karl Jenkins.

Il direttore artistico della rassegna, il M° Giovanni Pompeo, afferma che “questo concerto segna un nuovo, importante ed alto momento di condivisone collettiva, tassello della nostra stagione di concerti, che vede protagonisti direttori e solisti di riconosciuto valore, e la nostra orchestra, formata da professionisti in prevalenza del territorio lucano, riconosciuta e sostenuta dal Ministero per la Cultura sin dal 2018 (F.U.S.), e sostenuta anche dalla Regione Basilicata”.

L’Orchestra di Matera e della Basilicata, promossa e gestita dall’Associazione Culturale “R. D’Ambrosio”, è nata con l’obiettivo di offrire occupazione qualificata ai tanti giovani laureati della Basilicata e del Mezzogiorno. E’ una formazione duttile e flessibile nell’organico e nel repertorio, composta da musicisti giovani insieme ad affermati solisti e professionisti in carriera, per la grandissima parte lucani. Negli anni ha partecipato ad eventi di livello nazionale ed internazionale esibendosi anche in diretta Rai Radio Tre. Ha in repertorio programmi sacri, sinfonici, da camera, e si è distinta anche per l’attenzione alla produzione contemporanea. Di rilievo internazionale le attività dell’anno 2019 con le cerimonia di apertura di Plovdiv 2019, e i concerti “evento” di Matera 2019 con le “prime esecuzioni assolute” di nuove musiche commissionate a Georg Friedrich Haas (considerato “il più importante compositore del mondo del XXI secolo”), Nicola Campogrande e Damiano D’Ambrosio, che tanta eco hanno avuto in Italia e nel mondo. In particolare, la composizione del M° Haas, ha ottenuto premi e riconoscimenti autorevoli: il Premio Abbiati della critica musicale e l’inclusione nella Top 10 dei migliori concerti del 2019 da parte della testata specializzata “il giornale della musica”. L’orchestra è riconosciuta dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali – FUS (Fondo Unico per lo Spettacolo) sin dal 2018.

periore di Studi Musicali “L. Boccherini” e si laurea in Biologia Molecolare con il massimo dei voti e lode presso l’Università degli Studi di Pisa. Consegue inoltre Master in Direzione Artistica e Management Musicale ed in Controllo di Gestione e pianificazione. Ha collaborato con numerose orchestre tra cui l’Orchestra Sinfonica Italiana, l’Orchestra Arché, l’Orchestra Sinfonica Città di Grosseto, l’Orchestra Cantieri d’Arte, l’Orchestra Sinfonica di Pisa, le orchestre universitarie di Pisa e Firenze, l’Orchestra Regionale Toscana, l’Orchestra toscana Giovanni Bria, l’Aedo chamber orchestra, Lucca Opera Festival chamber orchestra e l’Ensemble Symphony Orchestra con la quale si è esibito nei più prestigiosi teatri italiani ed esteri.

Ha collaborato con artisti come PFM, Pooh, Baustelle, Giovanni Allevi, Il Volo, Andrea Bocelli, Katia Ricciarelli, Amy Stuart, Cheryl Porter, Chic, Nile Rodgers, Stella Vox, Gatto Panceri, Gabriele Ferdeghini, Mango, Neja, Ivana Spagna, Franco Battiato, Arturo Brachetti e Simona Molinari.
Ha inciso per diverse etichette discografiche tra cui Sony e Brilliant. Ha registrato inoltre la colonna sonora del film “Finalmente la felicità” di Leonardo Pieraccioni, il disco del cantante Mango “L’amore è invisibile” ed il nuovo inno della Lega Calcio italiana “O Generosa” di Giovanni Allevi. Attualmente ricopre l’incarico di responsabile della Produzione Artistica dell’Istituto Superiore di Studi Musicali L. Boccherini, di assistente alla direzione artistica del Lucca Classica Music Festival, di vicepresidente presso l’Orchestra Archè Società Cooperativa di cui è anche fondatore e di consigliere nel Centro Studi Luigi Boccherini.