“Aliano. Sguardi oltre confine”, a Roma il 10 dicembre presentazione del dossier di candidatura a Capitale italiana della Cultura 2024

Il piccolo borgo in provincia di Matera reso famoso da Carlo Levi pronto alla sfida alle grandi città. Appuntamento alle 11.00, Fondazione Nicolò Piccolomini per l’Accademia d’Arte Drammatica

“Aliano. Sguardi oltre confine”, è questo il concept della candidatura di Aliano, il borgo lucano del confino di Carlo Levi in provincia di Matera, a Capitale italiana della cultura per il 2024.
Si svolgerà venerdì 10 dicembre c.m. alle 11:00 presso il teatro della Fondazione Nicolò Piccolomini per l’Accademia d’Arte Drammatica in Roma la conferenza stampa di presentazione del Dossier di candidatura.

“L’evento vuole essere un momento per presentare anche a Roma una candidatura che vuole rappresentare, dopo l’esperienza di Matera, un’occasione ulteriore per ricucire, a partire dalla cultura, le maglie territoriali della nostra regione, in un grande progetto di coesione sociale e territoriale”, queste le parole del sindaco di Aliano, Luigi De Lorenzo. Se ancora tanto c’è da percorrere in termini di sviluppo, è proprio in quanto realtà al margine, per dimensione e posizione geografica, che Aliano è pronta a cogliere le sfide del presente per rafforzare il suo ruolo nella dimensione regionale e nazionale. Le ragioni della candidatura di Aliano a Capitale italiana della cultura 2024 risiedono in due ordini di motivazioni.

Da una parte, affermare definitivamente, a livello nazionale e internazionale, attraverso Aliano e con l’intero territorio della Montagna materana, della Val d’Agri e del Metapontino, di Matera e dell’ intera Basilicata, il modello culturale di una ruralità contemporanea.

Da un’altra parte, invece, Aliano capitale italiana della Cultura 2024 per promuovere un modello di sviluppo che, puntando a garantire qualità, oltre che quantità, alle dinamiche innescate, sappia attivare un nuovo entusiasmo, produttivo e duraturo, per questi territori.

“Un’azione culturale come politica pubblica che, partendo dalle fragilità, capovolga i paradigmi dello sviluppo, privilegiando anzitutto il sociale e la cultura identitaria”, conclude il sindaco.

Programma
Ore 11.00 , Fondazione Nicolò Piccolomini per l’Accademia d’Arte Drammatica, via Aurelia antica 164 – 00165 Roma

Indirizzi di saluto
Valeria Carovana, Segretario Generale Fondazione Nicolò Piccolomini

Interventi
Luigi De Lorenzo, Sindaco di Aliano
Piero Marrese, Presidente della Provincia di Matera
Annalisa Percoco, Fondazione Eni Enrico Mattei
Ennio Di Lorenzo, Direttore Generale Gal Lucania Interiore
Stanislao de Marsanich , presidente de I Parchi Letterari. Carlo Levi e i Parchi Letterari della Basilicata
Annette Tosto, TRM Network Matera
Lodovico Alessandri, Libero professionista. Gli aspetti antropologici della Lucania
Fondazione Carlo Levi (da confermare)
Filippo Martino, presidente Associazione dei Lucani a Roma
Modera
Maurizio Varriano, presidente Parco Letterario e del Paesaggio Francesco Jovine