Matera: al via l’esposizione “Carte di Musica”

Ha per titolo “Carte di Musica” la mostra di manoscritti e stampe musicali visitabile presso le sale espositive dell’Ex Ospedale San Rocco in P.zza San Giovanni a Matera, dal 17 al 23 maggio prossimi. Inaugurazione lunedì 17 maggio alle ore 19.00 alla presenza dei curatori.

L’iniziativa rientra nell’ambito delle collaborazioni della direzione artistica del Barocco Festival “Leonardo Leo” che ha incontrato il parere favorevole della direzione del Polo Museale di Basilicata

“L’allestimento” è scritto in un comunicato “è il risultato di un lavoro di ricerca e ricostruzione filologica realizzato negli ultimi anni dal prof. Dinko Fabris, tra i musicologi italiani più conosciuti al mondo, docente di Storia della musica all’UniBas, e dal M.O Cosimo Prontera, titolare della cattedra di Organo e composizione organistica al Gesualdo da Venosa Conservatorio di Potenza e direttore del Centro Studi ‘Leonardo Leo’ dal 1997”.

La mostra attraversa tre secoli di musica, tra testi e spartiti, di luminari della musica del tempo, un autentico viaggio che riporta alla mente le atmosfere dell’età moderna, tra corti, salotti e teatri: un viaggio che raccoglie le sue maggiori fonti documentarie dal Settecento, conosciuto anche come “il secolo d’oro di Napoli”, per il suo fermento culturale successivo alla scoperta delle rovine di Pompei e di altre città (1748). La mostra conferma il ruolo di Napoli come città della musica in un periodo in cui la Cultura della Grecia e della Roma antica era la principale fonte d’ispirazione del genio creativo. Nel Settecento Napoli è meta ambita d’innumerevoli e illustri viaggiatori, tra i quali alcune delle più prominenti figure musicali dell’epoca come Händel, Mozart e Gluck. In quel tempo a Napoli la musica è ovunque, nelle chiese, per le strade, nelle case, nei teatri e nei suoi quattro conservatori.

Il viaggio è un viaggio nel Sud dell’Italia tra il XVII e XIX secolo, come recita il sottotitolo della mostra, nel genio custodito e conservato nei libri a stampa o manoscritti, in gran parte appartenenti a collezione private: fascicoli ritrovati fortunosamente sulle bancarelle di mercatini antiquari del nostro Sud, o all’interno di coperte che rilegavano atti notarili, oppure giunti in biblioteche pubbliche attraverso generose donazioni, come nel caso dei testimoni conservati presso la civica biblioteca Giovanni XXIII di San Vito dei Normanni. In gran parte i manoscritti oggetto della mostra appartengono all’area culturale salentina cui si sommano altri testi provenienti da altre collezioni private meridionali. In questo progetto di mostra itinerante, di volta in volta saranno incorporati altri esemplari offerti da collezionisti o biblioteche locali, al fine di riunire simbolicamente espressioni simili provenienti da una comune cultura musicale diffusa del passato.

La mostra è ad ingresso libero con ingresso contingentato con i seguenti orari: tutti i giorni dal lunedì 17 a domenica 23 dalle ore 17.00 alle 20.00. Info e contatti: mob. 327 3716912 – 347 0604118, www.baroccofestival.it