Premio Leogrande, Nicola Lagioia vince l’edizione 2021 con “La città dei vivi”

Una inchiesta su una delle storie più torbide degli ultimi anni, l’omicidio di Luca Varani, avvenuto a Roma il 4 marzo del 2016, al centro de “La città dei vivi” di Nicola Lagioia, con cui l’autore pugliese ha vinto l’edizione 2021 del Premio Leogrande, con 31 dei 75 voti espressi dai Presìdi del Libro italiani. Un premio, dedicato al giornalismo letterario di inchiesta, giunto alla sua quinta edizione e organizzato dai Presidi del libro in collaborazione con la Regione Puglia. Finalisti, insieme al libro di Lagioia, “A un passo da Provenzano. Una storia nascosta nella trattativa Stato-mafia” di Giampiero Calapà; “Il focolaio. Da Bergamo al contagio nazionale” di Francesca Nava ed ancora “Salutiamo, amico” di Gianfrancesco Turano e “Progettare la lentezza” di Paolo Pileri.