Grottole (MT), il 29 agosto il IV memorial letterario “Antonietta Rongone”

 

 

Previsto per sabato 29, con inizio alle ore 17, presso il chiostro dell’ex convento domenicano di Grottole, l’evento conclusivo della quarta edizione del memorial letterario intitolato “Antonietta Rongone”.

A causa dell’imperversare del COVID 19, la cerimonia è stata spostata dal mese di giugno sino alla fine di agosto, anche per permettere ad un numero maggiore di premiati di poter intervenire.

Le opere in gara sono state scelte tra quelle corrispondenti al tema centrale della manifestazione, che per quest’anno è “Bambini: la storia più bella che c’è”. Grande soddisfazione è stata espressa dall’organizzazione di questo appuntamento letterario fortemente voluto da Enzo Giase, ex sindacalista Cisl, in quanto per questo 2020, nonostante tutte le avversità, si è registrato il maggior numero di partecipanti per le tre sezioni in gara.

A patrocinare l’evento, oltre alla famiglia Giase, c’è il Comune di Grottole, la CISL di Basilicata, la Comunità di Sant’Egidio, l’associazione di categoria “Assogiocattoli”, la Scuola Superiore per Mediatori Linguistici di Basilicata e l’Istituto Comprensivo Scolastico “don Donato Gallucci”.

La giuria degli esperti che hanno valutato gli elaborati in gara è composta da Nicola Montesano, Monica Dell’Aglio, Donato Verrastro, Marica Montemurro, Mauro Vincenzo Fontana, Michele Lacetera e Lucia Donadio.

Nella prima sezione, che è anche quella che riprende il tema centrale di questa manifestazione, saranno premiati i volumi di Claudio Gobbetti e Diana Nikolova, Emma AdbageMarino Muratore, Domenico Renato Mantovani, Maria Jonsson, Franca Monticello e Samanta Agresti.

Per gli studi e le ricerche sulla Basilicata, appartenenti alla sezione B, sono risultate meritevoli le opere di Patrizia Bianco, Enzo Capuano, Gianni Garaguso, Alessia PignatelliGiuseppe Zafarone.

La terza ed ultima sezione C, gratificherà gli alunni delle scuola media di Grottole che si sono cimentati nella composizione poetica in vernacolo locale.

Durante il corso della cerimonia di premiazione, cui interverranno autorità locali e responsabili degli enti patrocinatori della manifestazione, l’organizzazione devolverà una parte del ricavato derivante dalla quota di partecipazione versata dagli autori concorrenti ai rappresentanti locali della Comunità di Sant’Egidio, al fine di contribuire al finanziamento di un progetto di assistenza di bambini in situazione di bisogno.

Maurizio Cutrino, direttore di Assogiocattoli (associazione nazionale che dal 1947, rappresenta, con oltre 200 aziende iscritte, i produttori, gli importatori e i distributori di giocattoli, articoli per la prima infanzia, festività e party) per la prima volta partnership dell’evento ha dichiarato soddisfazione nel “poter patrocinare questo concorso letterario e condividere così la passione per la cultura. Una vera finestra verso il nostro futuro dove le parole “giocano”,  si sposano, si intrecciano e influenzano una storia bellissima: quella di bambini”. Il sodalizio con Assogiocattoli, entro l’inizio dell’anno scolastico, farà pervenire un piccolo omaggio da distribuire ai ragazzi che hanno partecipato al concorso.

 

 

Immagine: profilo Facebook Assogiocattoli