Stigliano (Mt), dal 1 al 30 settembre la 4°edizione di “appARTEngo”

 

 

Undici artisti, conosciuti anche a livello internazionale, alterneranno la loro presenza nel borgo lucano, interagendo con il territorio, per restituire vivacità, non solo artistica, ad un centro che, come altri della Basilicata e del nostro Appennino, accusa da anni problemi di spopolamento e abbandono.

 

 

A Stigliano, storicamente il primo capoluogo della Basilicata, l’arte contemporanea, che siamo abituati a vedere nei musei, si radica nelle strade e nei vicoli, originando una vera e propria galleria d’arte all’aperto, con le opere che entrano a far parte del tessuto sociale e urbano del borgo e testimoniano con la loro presenza il fruire del tempo. Elaborati grafico-pittorici (murales), sculture in multimateriali (legno, pietra, ferro-cemento, ceramica) raccontano il borgo e lo caratterizzano come “il paese dell’Arte Pubblica”. L’obiettivo è quello di realizzare, con la proposta artistica, un progetto che di anno in anno avvicini e relazioni la comunità locale all’Arte Contemporanea, valorizzando Stigliano affinché sia luogo promotore di arte e bellezza, evidenziando contemporaneamente le offerte artistiche, artigianali ed enogastronomiche (biologiche) del territorio.

 

 

L’idea del Festival nasce nel 2015 da alcuni giovani residenti a Stigliano che hanno immaginato un’arte creativa itinerante tra le strade del proprio paese. Già nel 2017 tutto ha preso forma con la prima edizione.

 

L’evento è promosso dal Comune di Stigliano in collaborazione con l’Ass. ne “Stigliano Eventi” e la “Casa del Volontariato” ed è patrocinato dalla Regione Basilicata, con il sostegno della multinazionale “Caparol Italia”. Partecipa alla quarta edizione del Festival anche la “Scuola Spaziotempo – Scuola di fotografia e
Filmmaking” e l’Hotel Antico Pastificio Sarubbi mette a disposizione i suoi spazi per ospitare gli artisti e la loro creatività.

 

Gli artisti coinvolti sono Nicola Alessandrini, Bifido, Alessandra Carloni, Andrea Gandini, Daniele Geniale, Gods in love, Hitnes, Ironmould, Leticia Mandragora, NemO’s, Piskv. La direzione artistica è affidata ad Alessandro Suzzi.