Policoro per un giorno “ombelico del mondo” con il Jova Beach Party

Policoro (Matera). La musica che fa star bene. E’ una libidine, è una rivoluzione.
Non un concerto, ma una festa infinita. Un’onda ritmica che ha unito oltre 25.000 cuori. Una tribù che balla. La gente si diverte, fa il bagno, si bacia. Policoro per un giorno “ombelico del mondo” con il Jova Beach Party.

Un inarrestabile Lorenzo Cherubini che per ore e ore non si risparmia; canta i classici del suo repertorio trentennale, lenti alternati a pezzi funky e house anni 90 intonati in coro , torna a fare il dj mixando gli stili più diversi, si esibisce con amici e artisti che meritando di stare sul palco. Come accaduto per i Tarantolati di Tricarico. Si diverte a improvvisare mentre la luna quasi piena si gode lo spettacolo.

Nel grande villaggio allestito sulla spiaggia intorno al palco si può bere e mangiare, ricaricare il cellulare pedalando, imparare a realizzare la raccolta differenziata con le iniziative in collaborazione col Wwf. Allestite isole di raccolta dei rifiuti da recuperare per realizzare magliette, coperte, panchine e borracce. “Dove andiamo rispettiamo l’ambiente, i luoghi e le persone. Lasceremo la spiaggia più pulita di come l’abbiamo trovata” – promette Lorenzo.

Durante lo show omaggio a Mango con Mediterraneo cantata insieme ad Alborosie e dedica speciale a Nadia Toffa.

Una festa non solo di musica, ma anche di gioia e libertà. Per chi l’ha vissuta un ricordo d’estate e di vita che resterà.