Matera 2019 con “RiSvolta” sarà “Friendly” anche per Lgbt

Informazione, formazione degli operatori economici di Matera e della provincia per migliorare l’accoglienza delle persone lesbiche, gay, bisessuali, transessuali (Lgbt) in visita nella “Capitale europea della cultura per il 2019” e per creare condizioni e opportunità per un lavoro di rete che porti all’avvio di attività, eventi a sostegno dell’offerta turistica e culturale.

E’ quanto si prefigge di raggiungere l’associazione “RiSvolta. I colori dei diritti” con l’attivazione del progetto “Matera Friendly” che ha già ricevuto l’adesione di alcune strutture ricettive, di ristorazione, balneari e del tempo libero. I promotori del progetto – illustrato dalla presidente di RiSvolta, Vanessa Vizziello, alla presenza dei responsabili di associazioni imprenditoriali – stanno lavorando alla creazione di un circuito delle attività, da pubblicizzare con un logo agli ingressi di esercizi e luoghi e sul web, in modo da orientare le scelte delle persone Lgbt.

Allo stesso tempo tutto ciò “serve – hanno spiegato – a generare una rete virtuale in grado di orientare l’incoming turistico e a sensibilizzare e a educare la comunità per favorire la prevenzione di fenomeni di violenza, aggressività e omofobia. E questi aspetti sono importanti per qualificare e diversificare l’offerta turistica per Matera 2019”.

E’ stato messo a punto anche il logo di “Materafriendly”, realizzato da Michele Volpicella, che comprende l’arcobaleno a “S” simbolo dell’associazione RiSvolta e lo skyline dei rioni Sassi.