Nella Basilica Cattedrale di Matera la prima dell’opera “Nigra Sum Sed Formosa” in diretta TRM network

A Matera, nella Basilica Cattedrale la prima esecuzione assoluta della grande opera “Nigra sum sed formosa”, Oratorio Mariano in otto quadri per Voce recitante, Coro di voci bianche, Coro misto, Ottoni e timpani fuori campo, Orchestra. Testi dalla Liturgia / Musica di Damiano D’Ambrosio.

L’appuntamento è in programma sabato 10 dicembre alle 19:30 con diretta su Trm H24, canale 111 del digitale terrestre in Basilicata e 16 in Puglia, 519 del bouquet di Sky ed in streaming su trmtv.it ed app dedicate.

L’iniziativa è promossa dalla Fondazione Orchestra Lucana, in collaborazione con Regione Basilica e Arcidiocesi di Matera – Irsina ed i patrocini di Polo Museale Regionale della Basilicata; Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio della Basilicata; Provincia e Comune di Matera; Fondazione Matera – Basilicata 2019.

L’evento culturale si inserisce nell’onda lunga delle celebrazioni per la riapertura della Basilica Cattedrale avvenuta il 5 marzo scorso dopo laboriosi e complessi lavori di restauro. L’oratorio vedrà impegnate varie formazioni musicali con i rispettivi maestri, insieme ovviamente alla Fondazione Orchestra Lucana, il tutto con la sapiente Regia e Direzione del M° Vincenzo Perrone, docente del Conservatorio Duni di Matera e Direttore Artistico della stessa Fondazione Orchestra Lucana. L’Oratorio è composto da otto parti:si comincia con l’annunziata di Antonello, quindi Ave Maria, Magnificat, il presepe di Altobello, Alma Redemptoris Matera, l’adorazione dell’Angelico, Stabat Matera e Regina Coeli.

La preparazione di questo capolavoro della musica sacra contemporanea ha richiesto diversi mesi di lavoro e ha coinvolto circa 200 musicisti, tra coristi e strumentisti. Come scrive il M° D’Ambrosio «Nigra sum sed formosa è un Oratorio che si distacca dalla forma tradizionale, per diventare un ciclo di affreschi a soggetto mariano, una serie di pannelli sonori ispirati spesso a dipinti e sculture celebri, che raccontano, sulla base di testi biblici e liturgici, il percorso esistenziale della vita di Maria. Appuntamento dunque a sabato sera alle 19:30, con, lo ricordiamo, diretta su trm h24.