Matera, partecipazione alle celebrazioni per il patrono Sant’Eustachio

sant'eustachioMatera. Nonostante il brusco calo delle temperature la comunità materana ha partecipato numerosa alle celebrazioni conclusive in onore del Santo Patrono della città, Sant’Eustachio con la Santa Messa celebrata da Monsignor Salvatore Ligorio e la processione per le vie del centro storico. Per la prima volta, quest’anno è giunta in città una confraternita di sacerdoti di Sant’Eustachio dalla provincia di Foggia, precisamente da Ischitella, composta da novanta persone. Un gemellaggio nel nome del martire Eustachio e dei suoi familiari venerato in diverse località italiane

Oltre al Solenne Novenario diversi sono stati diversi gli appuntamenti nella chiesa di San Francesco d’Assisi, come il rinnovo delle promesse matrimoniali nel venticinquesimo e cinquantesimo anniversario, l’affidamento ai bambini di nome Eustachio e l’accensione della lampada votiva.

Una festa religiosa che è tornata a riproporsi nel segno della tradizione grazie all’impegno del Comitato Festeggiamenti di Maria SS della Bruna, del presidente Mimì Andrisani e del delegato arcivescovile don Vincenzo Di Lecce.

Non sono mancate manifestazioni collaterali offerte a cittadini e turisti come lo spettacolo “Emozioni equestri” al Parco del Castello , una particolare performance tra ballo, ginnastica artistica, acrobazie ed equitazione a cura di un’associazione di Velletri fondata da Federico Basile e Valeria Marra.

L’arrivederci al prossimo anno con i fuochi pirotecnici da Murgia Timone.