Campomaggiore completa tour sulla Città dell’Utopia

Il Museo dell'Utopia di Campomaggiore (Potenza)

Il Museo dell’Utopia di Campomaggiore (Potenza)

Campomaggiore completa il tour sulla città dell’utopia. Dopo il grande successo avuto negli anni con lo spettacolo estivo sulle vicende del nucleo antico, questo weekend apre anche il Museo Scenografico, attrattore ad accesso gratuito per raccontare in maniera multimediale la storia del territorio.

Il centro dell’Alto Basento, nel seicento divenuto di proprietà dei conti Rendina, all’epoca divenne all’avanguardia per via di un progetto sociale unico a livello italiano. Nel 1885 una frana però costrinse la popolazione a trasferirsi pochi chilometri più a valle, nell’attuale collocazione urbana. Tutte vicende entrate a far parte della narrazione di luci e suoni, da qui in avanti con l’ausilio delle sale del Museo, capaci di ammaliare nuovi e maggiori flussi di turisti.

I dettagli del progetto sono stati illustrati in conferenza stampa a Potenza dal sindaco del paese Candio Tiberi alla presenza, tra gli altri, dell’Assessore regionale alle Politiche Agricole e Forestali, Luca Braia, il Dirigente in Dipartimento alla Valorizzazione del territorio rurale, Giuseppe Eligiato, Domenica Mirauda e Claudio Paternò, project manager della società di Spin Off che ha curato gli allestimenti. “E’ il racconto emozionale di un’utopia concreta, infranta soltanto dalla forza distruttrice della natura – ha dichiarato il sindaco a margine – questo nuovo spazio dedicherà attenzione alla parte polimediale ma anche alla tradizione con testimonianze ed esposizione di alcuni reperti ritrovati sul posto.”