Matera. In quattro tappe la mostra fotografica “Lo sguardo degli invisibili”

Basilicata Mozambico - Sguardo InvisibiliA Matera presso Palazzo Lanfranchi è stata inaugurata la mostra fotografica (e non solo), intitolata “Lo sguardo degli invisibili”. Il progetto espositivo si articola lungo un percorso di quattro tappe, in altrettanti luoghi in ognuno dei quali sarà trattto una tema specifico.

La mostra è promossa dall’Associazione Basilicata Mozambico e dalla CONFAPI di Matera in collaborazione con il Polo museale regionale della Basilicata, Soprintendenza Belle arti e Paesaggio della Basilicata, Mediateca Provinciale, Fotoclub Matera con il patrocinio del Comune di Matera.

Il progetto porta a Matera i lavori realizzati dagli allievi del laboratorio di comunicazione “A Mundzuku Ka Hina” di Maputo in Mozambico.

“A Mundzuku Ka Hina” è un laboratorio di fotografia, video, grafica, alfabetizzazione digitale diretto ai ragazzi che si procurano la sopravvivenza nella discarica di Maputo, capitale del Mozambico, a orfani e ex bambini di strada. Prende piede tra tante difficoltà, molto scetticismo, poche risorse finanziarie ed umane, grazie all’impegno dell’Associazione Basilicata Mozambico di Matera.

“E’ nostra convinzione” scrivono i promotori dell’iniziativa “che qualsiasi ipotesi di sviluppo economico, per poter arrivare a buon fine, debba procedere di pari passo con una evoluzione culturale ed umana, con la possibilità di accedere ai nuovi linguaggi informatici, alle nuove forme di comunicazione”.

Intervista di Giovanni Scandiffio

La mostra fotografica si snoderà nella città di Matera lungo un percorso di quattro tappe, in quattro differenti location, ognuna di queste tratterà una specifica tematica e più precisamente:

Ex Ospedale di San Rocco [piazza San Giovanni].
Apertura: da Lunedì a Domenica, ore 9,00 – 20,00.
Chiuso il Mercoledì
Il Popolo della Discarica. Immagini di altra quotidianità.
Fotografia, video e parole.
Allestimento a cura del gruppo MATArchitettura

Mediateca Provinciale.
Apertura: da Lunedì a Giovedì, ore 9,00 – 18,00; Venerdì e Sabato ore 9,00 -13,30.
Chiuso la Domenica
Nella pozza di fango come nel divino cielo ugualmente passa la luna.
Libro virtuale di poesia, fotografia e grafica.

Palazzo Lanfranchi, Sala Pascoli.
Apertura: da Lunedì a Domenica ore 9,00 – 20,00
Chiuso il Mercoledì
Emoçao. Percorsi di vita e di creatività africana.
Emozioni in fotografia, poesia e video.
Sculture in legno della tradizione Makonde.

Parrocchia di San Rocco [Via Lucana, 249]
E non sono bestie ma uomini, Maria. Momenti di spiritualità in fotografia.

Alla mostra è collegata una raccolta fondi con lo scopo di “Finanziare il completamento del refettorio del centro di accoglienza ‘P. Prosperino Gallipoli’ a Mocuba, Mozambico (La casa accoglie bambini abbandonati, orfani, bambini di strada); Finanziare la nascita e l’avviamento della cooperativa ‘Oficina fotografica Kutsakissa’ (formata dagli allievi del laboratorio di Maputo, ovvero gli stessi che hanno realizzato le foto in mostra); Portare un contributo fattivo alla casa di accoglienza San Rocco a Matera (struttura che ospita coloro, italiani e non, che non hanno una dimora, sono indigenti, dimenticati, abbandonati a se stessi).

Le donazioni possono essere effettuate: con carta di credito o conto paypal direttamente dal sito www.amundzukukahina.org, cliccando sul tasto “donazione”, nel corso della mostra, presso l’ex Ospedale San Rocco in piazzetta San Giovanni, sarà possibile effettuare personalmente le donazioni e tramite un bonifico sui seguenti conti correnti: c.c. postale n° 48056733 – IBAN IT88 U076 0116 1000 0004 8056 733 – c.c. bancario n° 1000/8814 – Banca Prossima Spa – IBAN IT80 A033 5901 6001 0000 0008 814