Ecoc: a Matera il 9 e 10 aprile incontro sulla comunicazione

conf stampa 5Mettere a confronto le esperienze delle città capitali europee della cultura al fine di elaborare strategie di comunicazione integrate e mirate per promuovere il concetto, comunitariamente portante, di cittadinanza europea. E’ questo l’ambizioso scopo delle due giornate di lavoro in programma a Matera, sempre più lanciata alla ribalta mediatica e istituzionale nazionale e non solo, il 9 e 10 aprile prossimi, in Mediateca, promosse da Comune e comitato Matera 2019, in collaborazione con Regione e Apt Basilicata, col patrocinio del Formedia. L’iniziativa, presentata quest’oggi in una conferenza stampa al Comune dal responsabile della comunicazione istituzionale e del comitato, Serafino Paternoster, dal sindaco Salvatore Adduce, e dai direttori di Matera 2019, Paolo Verri e Joseph Grima, mira a diventare un appuntamento strutturato nel tempo e itinerante, una sorta di piattaforma di competenze allargate che gravitano attorno alla comunicazione, dal web al social partendo dal giornalismo, a disposizione delle città candidate o capitale, ma anche un modo per creare una rete naturale di veicolo di informazioni sui progetti e le attività che vedono protagoniste le città coinvolte, praticamente a costo zero. Un concetto che Verri ha riassunto con un’espressione che rende perfettamente l’idea: “export culturale in luoghi definiti”.

Tra le città ospiti, passate, presenti o future capitali – che hanno dato immediata adesione – figurano Plovdiv 2019, La Valletta 2018, Leuwaarden 2018, Pafos 2017, San Sebastian 2016, Mons 2015, Pilsen 2015, Riga 2014, Umea 2014, Kosice 2013, Maribor 2012.

L’evento del 9 e 10 aprile, che Grima ha definito “utile per iniziare a trasmettere e comunicare al Mondo già da oggi ciò che Matera sarà nel 2019, apre un mese di iniziative e presenze della città in ambito europeo che la settimana successiva, il 15 e 16, porterà a Matera i responsabili delle community web delle città candidate, seguirà la festa dell’Europa il 9 maggio, mentre il 18 dello stesso mese, a Bruxelles, ci sarà l’investitura ufficiale di Ecoc 2019. Il 21 giugno, poi, torna l’appuntamento con la festa europea della musica, in attesa di Balconi fioriti, fortunato concorso che quest’anno sarà esteso alla Basilicata intera.