La Buona Scuola. Ministro istruzione Giannini: dal Governo, rimessi al centro istruzione e cultura

Stefania GianniniMATERA –  Si è concluso a Matera, presso l’auditorium Gervasio, il lungo viaggio attraverso l’Italia del Ministero dell’istruzione, nell’ambito della iniziativa “La buona scuola; un progetto, ricordiamo, a latere di quello originario on line, in cui alunni e docenti, tramite il sito internet dedicato del Governo, hanno suggerito, negli ultimi mesi, al Ministero, proposte di miglioramento scolastiche da inserire nella prossimo riforma.

Alla presenza del Ministro Giannini, l’Istituto Maiorana di Brindisi, ha tenuto una lezione 2.0 attraverso gli strumenti digitali, i melfitani del liceo Federico II hanno presentato le olimpiadi internazionali della multimedialità, la scuola media Pascoli di Matera ha tenuto una dimostrazione pratica di Coderdojo, l’Istituto Pentasuglia, sempre della città dei Sassi, ha illustrato la propria esperienza pratica di alternanza scuola-lavoro, e ancora i materani del comprensivo Minozzi, hanno mostrato le esperienze fatte col laboratorio informatico nell’ambito del progetto “Monachers”.

Oltre alla Giannini, a Matera, per l’occasione c’erano il presidente della Regione, Marcello Pittella, e l’assessore regionale alla Formazione, Raffaele Liberali. “Matera, con la sua recente nomina a capitale europea della cultura 2019 ha specificato – il Ministro Giannini incarna bene un progetto di innovazione come La buona scuola ed è per questo che siamo qui. Le istanze raccolte nel sito web – ha detto ancora il Ministro – sottolineano una grande voglia del mondo scolastico in tema di innovazione e grande meritocrazia. Noi abbiamo bisogno di creare le condizioni per la modernità e palestra culturale – ha detto Pittella – con forme nuove come alternanza scuola lavoro. Oltre le conoscenze, bisogna mirare alle competenze dei ragazzi.

La mattinata è stata trasmessa in diretta sui canali TRM (11 digitale terrestre di Basilicata, 171 Puglia e 668 Molise) TRM h24 (111 in Basilicata) e TRM Art (602 in Basilicata, 638 Puglia) e in streaming su www.istruzione.it, www.cultura.rai.it/live a partire dalle ore 10.00 e sui siti di TRM network (www.Trmtv.it, Trmart.it) a partire dalle 9.30. L’evento è stato raccontato via twitter attraverso l’account ufficiale del Ministero @MiurSocial.