Il grande corteo storico chiude ad Altamura la rassegna Federicus

Altamura (Ba). Una folla festante affascinata dall’imperioso rullare dei tamburi e dallo sventolio di drappi e bandiere ha applaudito sorpresa nell’ammirare uomini, donne e bambini che come per incanto sembravano provenir da un altro tempo. Grande successo ieri ad Altamura per l’ultima giornata della rassegna Federicus con la partecipazione di circa 500 figuranti. Il grande corteo per l’intera serata ha attraversato il centro storico della città insinuandosi nelle strette stradine e offrendo al pubblico anche scene recitate ed esibizioni musicali. Una rappresentazione di gran effetto scenografico anche per la bellezza dei costumi fedelmente ricostruiti con grande maestria. Particolare il mantello di Federico II, finemente decorato con ricami in oro. A suscitare curiosità tra gli spettatori anche gli accampamenti ed i mercatini medievali, gli spettacoli di musici e danzatori, le esibizioni di mangiafuoco, giocolieri e trampolieri. Entusiasta Gianni Moramarco, responsabile della Fortis Murgia che ha organizzato l’evento con il coinvolgimento di tutta la comunità. Un’intera città che ha lavorato alacremente, un’economia che si è messa in moto ottenendo un successo più che meritato. E dalla vicina Altamura arriva l’esempio di un sistema organizzativo ad alta redditività che dovrebbe essere preso in considerazione anche da altre realtà che faticosamente si muovono a caccia di modelli innovativi in grado di attrarre presenze turistiche e di conseguenza ricadute economiche sul territorio.