Week-end di iniziative scolastiche a Matera

concerto_nitti

Il concerto all'auditorium.

MATERA – Tre iniziative, ciascuna diversa dall’altra, ma tutte mirate a finalità certamente extra-curricolari ma comunque fondamentali per la formazione sociale dei giovani studenti. Sono quelle che si sono svolte a Matera da giovedì a sabato, in un week-end che, si può dire, ha visto protagonista le scuole della città, a vari livelli ed a vario titolo. 140 alunni della scuola primaria “Nitti”, giovedì scorso, presso l’auditorium “Gervasio”, si sono esibiti in un concerto di fine anno, con in scaletta vari brani vocali, come momento conclusivo di un progetto didattico che si è sviluppato durante l’intero anno scolastico, per la seconda volta consecutiva, finalizzato ad educare l’orecchio e la voce alla produzione di suoni intonati, ad aprirsi agli altri e sperimentare lo spirito di gruppo, a sviluppare la solidarietà, a favorire l’integrazione e ad aprirsi a una dimensione culturale nuova. Le impressioni, le esperienze ed il repertorio musicale sul 150° anniversario dell’Unità d’Italia, ma anche i sogni e le aspirazioni dei giovani frequentatori di “Facebook”, hanno invece caratterizzato la fase conclusiva del progetto regionale “Le educazioni trasversali nell’ottica di cittadinanza e Costituzione”, promosso dall’Ufficio scolastico della Basilicata ed ospitato, sabato mattina, dal teatro “Duni”. Coinvolti nell’iniziativa gli studenti della scuola media “Torraca”, con un repertorio di poesie e musiche che portarono all’unità del Paese, e dell’Istituto Professionale per i Servizi Sociali “Morra” che hanno rappresentato, nella realtà, il tema dell’amicizia e del lavoro declinato dai giovani sul popolare social network. La scuola elementare “Minozzi”, infine, sabato pomeriggio, in collaborazione con l’associazione “Genius Loci”, ha promosso la “Giornata dello Scarabocchio”, un’iniziativa a sostegno delle attività dell’Unicef a favore dei bambini vittime del terremoto di Haiti. Sensibilizzazione, quindi, ma anche vera e propria beneficenza con la donazione di due euro per aggiudicarsi uno “scarabocchio”, un’asta di manufatti di artisti ispirati al mondo dell’arte postale e l’acquisto di cartoline tematiche.