Concluse le riprese materane di “Sensitive city”

Il direttore della fotografia, Fabio Cirifino

MATERA – Dall’1 al 21 maggio prossimi Matera sarà presente all’Expò universale 2010 di Shangai con il progetto video “Sensitive city” della società milanese di produzioni “Studio Azzurro”, che nei giorni scorsi, con una troupe coordinata dal direttore della fotografia Fabio Cirifino, ha realizzato riprese ed interviste nella città dei Sassi, con il supporto logistico e tecnico della società locale “Blu Video”. La manifestazione di Shangai, infatti, che fa prevedere circa 70 milioni di visitatori, sarà dedicata al tema “città migliore vita migliore”, nel quale si inserisce il progetto italiano dedicato intitolato “La città dell’uomo”, che è incentrato sulla tutela della dimensione umana nelle città, l’innovazione tecnologica al servizio dei cittadini e il valore del contesto culturale come garanzia di qualità di vita. Matera è tra le sei città chiamate a rappresentare l’Italia, come città del pieno e del vuoto. Lucca, invece, avrà per tema il silenzio, Trieste il vento, Chioggia l’acqua, Siracusa la luce e Spoleto il territorio composito. Luoghi che saranno fatti vivere al pubblico dell’Expo universale di Shanghai attraverso il racconto di chi le vive. A raccontare Matera, attraverso le proprie emozioni, sono state chiamate oltre 80 persone di età, sesso, estrazione sociale diversa, nomi noti e meno noti in città o nei dintorni, materani da generazioni o che vi abitino da poco, che provengano da paesi stranieri o che per varie ragioni conoscano bene ed abbiano un legame con la città. A queste persone è stato chiesto di raccontare storie vere, ricordi, sogni, storie popolari ed emozioni. Le narrazioni, poi, costruiranno delle mappe emozionali che descriveranno nuovi itinerari, percorsi multipli ed emozionali all’interno di Matera.