Operazione della GDF di Salerno contro l’immigrazione clandestina: coinvolti diversi lucani

La Guardia di Finanza di Salerno ha eseguito un’ordinanza cautelare contro 47 persone accusate di favorire l’immigrazione clandestina. Tra gli arrestati, figurano diversi cittadini lucani.

In data odierna, la Guardia di Finanza di Battipaglia ha eseguito un’ordinanza cautelare emessa dal Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale di Salerno, su richiesta della Direzione Distrettuale Antimafia di Salerno. L’operazione ha coinvolto 47 persone accusate di vari reati, tra cui associazione a delinquere finalizzata al favoreggiamento dell’immigrazione clandestina, riciclaggio e utilizzo di fatture per operazioni inesistenti.

Tra gli indagati figurano diversi policoresi, si tratta di Gaetano Antonio Campese (53 anni), Giuseppe Filomeno (57 anni), Pasquale Larocca (56 anni) e Decimo Viola (45 anni). Poi il 43enne di Pisticci Pasquale Chiruzzi, il 59enne di Calvera Vincenzo Rondinelli, Vito Tralli 43enne di Tricarico, il 68enne di Montescaglioso Rocco Valluzzi e il 56enne materano, Stefano Viceconte, tutti accusati di reati legati all’immigrazione clandestina e altri reati finanziari.

L’operazione ha portato al sequestro preventivo di beni per un valore di circa 6 milioni di euro, compresi contanti trovati durante le perquisizioni. Le indagini preliminari hanno rivelato l’invio di circa 2.500 richieste di ingresso fraudolente in Italia per cittadini extracomunitari, evidenziando un sistema ben organizzato per l’inoltro delle domande durante il “Click Day”.

Il Servizio di Antonella Losignore