Brindisi: scoperti 7 lavoratori “in nero” e 3 irregolari

Controlli della Guardia di Finanza su imprese edili, pizzerie e altre attività commerciali

 Guardia di Finanza di Brindisi ha individuato diverse irregolarità nel lavoro e nell’evasione fiscale durante controlli sul territorio

Nelle ultime settimane, i Finanzieri del Comando Provinciale di Brindisi, impegnati in attività di controllo economico del territorio, hanno individuato sette lavoratori “in nero” e tre “irregolari”. Le ispezioni hanno riguardato diverse tipologie di attività commerciali, tra cui imprese edili, pizzerie e commercianti di materiali vari nei comuni di Francavilla Fontana, Villa Castelli e Cisternino.

Cinque datori di lavoro sono stati ritenuti responsabili dell’utilizzo di manodopera non regolare; uno di questi è stato segnalato all’Ispettorato Territoriale del Lavoro per la possibile sospensione dell’attività imprenditoriale.

Parallelamente, i Finanzieri hanno riscontrato oltre 130 violazioni relative agli obblighi di memorizzazione e invio dei corrispettivi telematici, coinvolgendo esercizi commerciali su tutto il territorio provinciale, tra cui stabilimenti balneari, panifici, pub, pasticcerie e barbieri.